IL DECLINO DEI SINDACATI E IL LORO POSSIBILE NUOVO RUOLO

PERCHÉ I SINDACATI SI INDEBOLISCONO, PERCHÉ OGGI NON HA PIÙ MOLTO SENSO IL LEGAME TRA SINDACATO E PARTITO TIPICO DEL SECOLO SCORSO, QUALE PUÒ ESSERE IL RUOLO POSITIVO DEL SINDACATO NELL’ECONOMIA GLOBALIZZATA

Intervista a cura di Raffaella Giuri, pubblicata sul magazine on line SenzaFiltro il 25 marzo 2015 – In argomento v. anche l’editoriale di Maurizio Ferrera sul Corriere della Sera del 16 marzo. Continua…

SE L’ARTICOLO 18 RIENTRA DALLA FINESTRA

REINTRODURRE PER CONTRATTO LA JOB PROPERTY COLLOCHEREBBE L’IMPRESA FUORI DAL SUO TEMPO, DANNEGGIANDO NON SOLO L’IMPRESA STESSA, MA ANCHE I SUOI DIPENDENTI

Dichiarazione riportata dal Sole 24 Ore, 19 marzo 2015 Continua…

L’EREDITÀ DI MARCO BIAGI, NEL 13MO ANNIVERSARIO DELL’ASSASSINIO

LA DIFFERENZA TRA LA SUA RIFORMA E QUELLA CHE OGGI MUOVE I PRIMI PASSI – MA LE UNISCE LA CENTRALITÀ DEL METODO COMPARATISTICO, CHE IMPONE IL CONFRONTO COSTANTE E PUNTUALE CON LE PRINCIPALI ESPERIENZE STRANIERE

Intervista a cura di Mariangela Pani, pubblicata dall’Agenzia di stampa Adn-Kronos il 18 marzo 2015 Continua…

SULLA PROPOSTA DI COINVOLGERE I SINDACATI NELL’ATTIVITÀ DI RICOLLOCAZIONE

BENE LA RISCOPERTA DA PARTE DEI SINDACATI DELLA NECESSITA’ DI PROTEZIONE DEI LAVORATORI NEL MERCATO, E NON SOLO NEL RAPPORTO DI LAVORO, MA L’ATTIVITA’ OGGETTO DEL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE HA NATURA SPECIALISTICA E NON PUO’ ESSERE SVOLTA DA LORO DIRETTAMENTE

Intervista a cura di Chiara Rizzo per il settimanale Tempi, 4 marzo 2015, in riferimento a un articolo di Mania e Fubini comparso su la Repubblica il 2 marzo – Poiché quanto si legge in quell’articolo e ripreso dall’intervistatrice potrebbe indurre il lettore in errore, preciso al riguardo che a) a me non risulta che il Governo, nel varare il nuovo istituto del contratto di ricollocazione, pensi ai sindacati come “agenzie accreditate” per lo svolgimento del servizio; b) non ho pregiudizi negativi contro il fatto che i sindacati incomincino a occuparsi dei servizi ai lavoratori e alle imprese nel mercato del lavoro, ma mi sembra che difficilmente potrebbero proporsi di fornire direttamente questi servizi: sarebbe comunque necessaria, semmai, la costituzione di agenzie dotate delle competenze richieste, in forma di ente controllato da un sindacato, o di ente bilaterale Continua…

IL M5S E IL REDDITO MINIMO DI INSERIMENTO

IL DIBATTITO IN SENO ALLA COMMISSIONE LAVORO DEL SENATO HA PRODOTTO IL RISULTATO UTILE DI CONVINCERE IL MOVIMENTO DI BEPPE GRILLO DELLA NECESSITÀ DI CONDIZIONARE L’ASSISTENZA DI ULTIMA ISTANZA ALLA DISPONIBILITÀ FATTIVA DELL’INTERESSATO PER LA RIOCCUPAZIONE

Dichiarazione pubblicata, con alcuni tagli per motivi di spazio, su il Fatto quotidiano del 5 marzo 2015 Continua…

CHE COSA LIBERA E PROTEGGE DAVVERO IL LAVORO

PERCHÉ UN MERCATO DEL LAVORO MENO VISCHIOSO E PIÙ INNERVATO DA SERVIZI EFFICACI PROTEGGE LA GENERALITÀ DEI LAVORATORI MEGLIO DI QUANTO FACCIA L’INGESSATURA DEI POSTI DI LAVORO

Intervista a cura di Gisella Desiderato, in corso di pubblicazione sul settimanale Visto, 5 marzo 2015 Continua…

LA RIFORMA RISOLVERÀ IL PROBLEMA DEL PRECARIATO?

NON PIÙ APARTHEID TRA PROTETTI E NON PROTETTI, MA UN NUOVO REGIME DI PROTEZIONE SUSCETTIBILE DI ESTENDERSI DAVVERO A TUTTI, ANCHE SE CON L’INEVITABILE GRADUALITÀ – IL CAMMINO ANCORA DA COMPIERE

Intervista a cura di Roberto Palumbo, pubblicata sul sito l’Indro il 27 febbraio 2015 Continua…

L’EQUILIBRIO POLITICO DELLA RIFORMA

NON STA IN UN COMPROMESSO TRA IMPOSTAZIONI CONTRAPPOSTE, MA NEL SUPERAMENTO DELL’APARTHEID, NELLA CONIUGAZIONE TRA FLESSIBILITÀ DELLE STRUTTURE PRODUTTIVE E SICUREZZA DI TUTTE LE PERSONE NEL MERCATO DEL LAVORO

Dichiarazione pubblicata, con alcuni tagli per motivi di spazio, dal Sole 24 Ore il 20 febbraio 2015 Continua…

DOVE AFFONDA LE RADICI LA RIFORMA DEL LAVORO

COME L’IDEA DI FARE DEL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI LA FORMA NORMALE DI ASSUNZIONE PER TUTTI NASCE DA UN PROGETTO ORGANICO CHE AVEVO GIÀ ESPOSTO ALLA METÀ DEGLI ANNI ’90

Intervista a Pietro Ichino a cura di Andrea Di Stefano per i 19 quotidiani locali del gruppo L’Espresso, 22 febbraio 2015 – All’ultimo momento sugli stessi quotidiani per ragioni di spazio la domanda sull’impiego pubblico è stata malamente manipolata, col risultato di farle assumere il significato opposto a quello che emerge chiaramente dal testo originario Continua…

IL SENSO DELLA RIFORMA

GLI INTENDIMENTI DI FONDO DEL JOBS ACT,  I PRIMI PASSI COMPIUTI E QUELLI ANCORA DA COMPIERE

Intervista a cura di Andrea Bossi, pubblicata sul mensile Acli News, febbraio 2015 Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab