MAURIZIO FERRERA: COME SI COMBATTE (SERIAMENTE) LA POVERTÀ

È giusto garantire un reddito temporaneo a chi non ha risorse sufficienti, a condizione che ci siano servizi per l’impiego efficienti e diponibilità del beneficiario per il lavoro o il percorso necessario per accedervi

.
Slides redatte e utilizzate dal professor Maurizio Ferrera per una relazione svolta il 22 maggio 2017 a Napoli, nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile – In argomento v. anche la presentazione predisposta, con il mio contributo, da Tortuga, un gruppo di studenti dell’Università Bocconi di Milano, in funzione di un seminario che si è svikti in Senato il 25 maggio 2017   
Continua…

COME SI COMBATTE LA POVERTÀ

Un confronto tra il il RSA francese, il REI italiano e la proposta del M5S, che utilizza (impropriamente) l’espressione “reddito di cittadinanza” per alludere a un beneficio universale e incondizionato

.
Slides realizzate in collaborazione con Tortuga, un gruppo di studenti della Bocconi, che utilizzerò giovedì 25 maggio 2017 per la relazione introduttiva di un seminario del Gruppo dei senatori Pd sul tema del confronto tra il “reddito di cittadinanza”, oggi esistente soltanto in Alaska, la proposta del M5S (che usa questa denominazione in modo inappropriato ma opportunistico), lo schema del Reddito di Inclusione (SIA-REI), recentemente rafforzato per iniziativa del Governo, e lo schema analogo sperimentato in Francia; con una valutazione analitica delle voci di copertura finanziaria indicate dal M5S per il proprio progetto – In argomento v. anche
Parliamo di reddito di cittadinanza perché non crediamo nel futuro del lavoro (7 settembre 2016)  Continua…

PREPENSIONARE GLI ANZIANI PER “FAR POSTO” AI GIOVANI NON FUNZIONA

Se consiste nel mandare in quiescenza più presto i sessantenni, con l’idea che in questo modo sarà più facile per i giovani trovare lavoro, il “patto generazionale” diventa un “inganno generazionale”

Editoriale di Maurizio Ferrera, professore di Scienza della Politica nell’Università degli Studi di Milano, pubblicato sul Corriere della Sera del 29 aprile 2017 – In argomento v. anche La politica del lavoro del M5S: in pensione prima, paga Pantalone     Continua…

LA POLITICA DEL LAVORO DEL M5S – 2. IN PENSIONE PRIMA, PAGA PANTALONE

PREPENSIONARE I SESSANTENNI AUMENTANDO IL DEBITO PUBBLICO SIGNIFICA FAR PAGARE UN CONTO SALATISSIMO PROPRIO A QUEI GIOVANI IN NOME DEI QUALI LA PROPOSTA VIENE AVANZATA

Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 433, 24 aprile 2017 – V. anche il primo: La politica del lavoro del M5S – 1. Lavorare meno, a parità di retribuzione – Sulla questione dell’equilibrio attuariale dell’Inps e il confronto con i Paesi dove si lavora mediamente più a lungo, v. La questione dell’equilibrio attuariale dell’Inps    Continua…

CHE COSA CONTIENE LA LEGGE DI BILANCIO IN MATERIA DI LAVORO E DI WELFARE

DECONTRIBUZIONE TOTALE PER L’ASSUNZIONE DEI GIOVANI ALL’ESITO DELL’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, ANTICIPO PENSIONISTICO, MISURE DI SOSTEGNO PER LA FAMIGLIA E LE PERSONE IN STATO DI INDIGENZA

Relazione che ho svolto alla Commissione 11ma, Lavoro e Politiche sociali, il 6 dicembre 2016, sul disegno di legge del Governo n. 2611/2016, Legge di Bilancio 2017 – In argomento v. anche le slides della relazione sui contenuti dello stesso disegno di legge in materia di lavoro e welfare, svolta il 3 novembre 2016 alle Camere di Commercio britannica, tedesca e francese in Italia      Continua…

NON PER CASSA, MA PER EQUITÀ, TAGLIARE ALMENO IL DI PIÙ DEI VITALIZI FUTURI

I TRE OSTACOLI (TECNICO, GIURIDICO E POLITICO-ECONOMICO) CHE IMPEDISCONO DI ACCOGLIERE LA PROPOSTA BOERI PER LA GENERALITÀ DELLE PENSIONI D’ORO NON IMPEDISCONO DI ACCOGLIERLA PER I TRATTAMENTI DI QUIESCENZA DEI POLITICI

Primo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 406, 19 settembre 2016 – In argomento v. anche il mio intervento sul Corriere della Sera dell’agosto 2013, Le pensioni d’oro che vanno tosate (e come farlo) l’intervista del novembre 2013 Ancora sulle pensioni d’oro, e l’intervento sul Foglio del 7 novembre 2015, Perché Renzi dice no a Boeri Continua…

PARLIAMO DI REDDITO DI CITTADINANZA PERCHÉ NON CREDIAMO NEL FUTURO DEL LAVORO

LO LODANO A SINISTRA, MA FORSE È DI DESTRA; LO STUDIANO GLI STATI, MA LO ATTUANO LE AZIENDE DELLA SILICON VALLEY; PERCHÉ, INVECE DI UN MERCATO SENZA LAVORO, CI CONVIENE PIANIFICARE UNA RIVOLUZIONE DEL WELFARE

Articolo e pubblicato su Linkiesta.it, 7 settembre 2016 Continua…

ANCORA SU DI UN “WELFARE AZIENDALE” DAL CONTENUTO NON ABBASTANZA CHIARO

LA RATIO DEGLI INCENTIVI FISCALI ALLE PRATICHE PARTECIPATIVE E ALLA RETRIBUZIONE COLLEGATA ALLA PERFORMANCE AZIENDALE NON È, EVIDENTEMENTE, LA STESSA DELL’ESENZIONE FISCALE TOTALE PER I SERVIZI E BENI ACQUISTATI MEDIANTE VOUCHER EROGATI DALLA DATRICE DI LAVORO

Pubblico qui due dei numerosi messaggi che ho ricevuto nei giorni successivi alla pubblicazione dell’editoriale telegrafico La nuova etica pubblica della spesa veloce, del 24 luglio 2016 – Seguono le mie risposte, che valgono ovviamente anche per quelli non pubblicati Continua…

LA NUOVA ETICA PUBBLICA DELLA SPESA VELOCE

MENTRE LE FORMICHINE RISPARMIATRICI VENGONO PENALIZZATE DALL’AZZERAMENTO DEI TASSI DI INTERESSE, I NUOVI INCENTIVI FISCALI PER IL WELFARE AZIENDALE PREMIANO LE… CICALE: IL FISCO E L’INTERA ECONOMIA OGGI PREFERISCONO (COMPRENSIBILMENTE) CHI SPENDE SUBITO QUEL CHE GUADAGNA

Editoriale telegrafico per la Nwsl n. 402, 20 luglio 2016 – In tema di rapporto tra welfare generale e complementare v. Ridurre il tetto di contributi e pensioni (almeno nel sistema obbligatorio)   Continua…

SIAMO SICURI CHE L’ASILO-NIDO FACCIA BENE AI BAMBINI?

UNA RICERCA OSSERVA UN EFFETTO NEGATIVO DELLA SUA FREQUENTAZIONE A 0-2 ANNI SUL QI DELLE BAMBINE CON FAMIGLIE PIÙ AGIATE  – POTREBBE ESSERE CHE NEI PRIMI ANNI DI VITA LE INTERAZIONI “UNO A UNO” CON GLI ADULTI SIANO ESSENZIALI PER LO SVILUPPO COGNITIVO E CHE A QUELL’ETÀ LE BAMBINE SIANO PIÙ IN GRADO DI BENEFICIARNE

Sono qui disponibili in formato pdf alcuni documenti relativi alla ricerca svolta da Margherita Fort, Andrea Ichino e Giulio Zanella il cui titolo nella versione italiana è La “meglio infanzia”: e ffetti dell’asilo nido sulle capacita cognitive, non cognitive e la salute dei bambini, presentata per la prima volta a Siracusa, a un convegno della Fondazione Rodolfo De Benedetti, il 23 giugno 2016: A) il testo originale in lingua inglese; B) il rapporto sintetico in lingua italiana; C) le slides della presentazione svolta a Siracusa; D-E) i servizi pubblicati in proposito dal Corriere della Sera nell’edizione nazionale del 28 giugno e nel dorso bolognese del giorno successivo; F) l’articolo comparso in proposito sul quotidiano The Times il 1° luglio; G) la risposta dei tre Autori, sul Corriere della Sera del 30 giugno, ad alcuni commenti critici ricevuti, a seguito della pubblicazione degli servizi dello stesso quotidiano sui risultati della ricerca
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab