COME VOTERÒ IL 12 FEBBRAIO
La mia scelta è per Pierfrancesco Majorino presidente, perché è lui che ha le maggiori probabilità di battere il candidato leghista Fontana; e la Lombardia ha bisogno di una alternativa al candidato della destra. Per il Consiglio regionale, poiché la mia residenza è Milano, Cosima Buccoliero, capolista PD,  e Pietro Bussolati, del quale conosco e apprezzo da tempo l’impegno e l’attività. Qui i profili dei due candidati consiglieri, nonché l’indicazione dei candidati cui andrebbe la mia preferenza se votassi in altre province della Regione.

ANCORA SUL DIALOGO TRA GIUSLAVORISTI ED ECONOMISTI
Numerosi commenti sono pervenuti a seguito della pubblicazione delle slides della mia relazione al seminario che si è svolto lunedì 9 gennaio all’Università Bocconi e del mio editoriale telegrafico pubblicato la domenica successiva sui quotidiani Gazzetta di Parma, l’Adige e Alto Adige.

LA VALUTAZIONE DEL MERITO DELL’INSEGNANTE E DELL’ALLIEVO
La rilevazione del grado di qualità e di efficacia dell’insegnamento è in qualche misura indispensabile, se si vuole che la scuola svolga il suo ruolo fondamentale di garanzia di parità delle dotazioni di partenza delle persone. Ed è indispensabile anche la valutazione dell’impegno profuso dagli studenti nell’apprendimento. È online il video del mio intervento al seminario promosso lunedì a Roma dall’Associazione Docenti e Dirigenti Scolastici Italiani.

Giorgio Tonini

GIORGIO TONINI: ALLA RICERCA DEL CENTROSINISTRA
Gli errori politici che hanno portato alla sconfitta del 25 settembre. La visione, il programma, la leadership per l’opposizione di oggi e il ritorno a essere maggioranza di domani. La riforma istituzionale: perché appoggiare il premierato invece che il presidenzialismo. Sono online le slides della relazione svolta da G.T., membro della Presidenza di LibertàEguale, all’Assemblea nazionale dell’Associazione svoltasi a Orvieto il 14 e 15 gennaio.

QUANDO SONO I LAVORATORI A SCEGLIERSI L’IMPRENDITORE
Enormi giacimenti occupazionali restano inutilizzati per l’incapacità del sistema delle politiche attive del lavoro di offrire ai disoccupati l’assistenza e i percorsi sicuri per candidarsi ai posti che si aprono nel tessuto produttivo. La proposta di un rovesciamento del paradigma rispetto al modo tradizionale di considerare il mercato del lavoro. Sono online le slides che utilizzerò il 1° febbraio per la presentazione della mia relazione al convegno promosso a Modena dall’Associazione Progetto Emilia Romagna, in collaborazione con l’Unione Industriale.

Andrea Ichino

LIVELLI SALARIALI: LA PARALISI DELLA STRATEGIA SINDACALE
Occorre favorire in tutti i modi il trasferimento dei lavoratori dalle imprese marginali a quelle più produttive (la domanda di lavoro c’è, a saperla sodisfare); ma anche modulare gli standard secondo i differenziali regionali di costo della vita. Leggi
la mia intervista pubblicata il 10 gennaio sui tre quotidiani del gruppo QN;
l’intervista a mio fratello Andrea pubblicata sugli stessi quotidiani il 20 gennaio;

I DATI VERI SULLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE
Sul fenomeno circolano molti luoghi comuni, alimentati da giornalisti disattenti. Le cause della scarsa partecipazione dei giovani italiani al mercato del lavoro sono in parte culturali, in parte legate al difetto del servizio di orientamento e al difetto di corrispondenza tra formazione e qualità delle prestazioni richieste dal tessuto produttivo. È online anche su questo sito il n. 140 del bollettino Mercato del Lavoro News, a cura di Claudio Negro.

È UN BEL REBUS! – 21. NON UN INDIZIO DEVE ANDARE PERDUTO
Talvolta un dato essenziale per la soluzione è costituito dalla dislocazione della “chiave” nello spazio raffigurato nell’immagine: per esempio “tra” due cose o persone, oppure “sopra”, o “a lato” di esse; nel caso qui proposto, invece, assume rilievo la collocazione a qualche distanza dal punto di osservazione. Leggi la ventunesima puntata della rubrica che compare sulla Gazzetta di Parma ogni due domeniche.

***

Avvertenza per gli iscritti alla mailinglist – Al fine di evitare una lievitazione inutile del numero degli indirizzi cui questa Nwsl viene inviata, il sistema che la amministra cancella automaticamente gli indirizzi i cui titolari non aprono quattro Nwsl di seguito. Chi voglia tornare a riceverla non ha che da reinserire il proprio indirizzo @ nella apposita finestrella posta in alto a destra in ogni pagina del sito. La stessa cosa può essere fatta per inserire nella mailinglist qualsiasi altro indirizzo @. A ciascun indirizzo inserito il sistema invia automaticamente una richiesta di conferma.

***

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter bi-settimanale, che ha superato il mezzo migliaio di numeri in quasi tredici anni, chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato a tutto il 2016 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 170 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 1000 articoli pubblicati dal 1994 al 2020 (i successivi sono diponibili su questo sito) su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 al 2020 (le successive sono disponibili su questo sito) su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

 

 

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it”. Chi si avvarrà di questa facoltà è comunque tenuto ad avvertirmene preventivamente, anche soltanto mediante un messaggio email.