LE NUOVE NORME E IL DOVERE DI VACCINARSI IN AZIENDA
Nei luoghi di lavoro dove non è possibile azzerare altrimenti il rischio del contagio, l’articolo 2087 del codice civile attribuisce al datore il potere e il dovere di adottare tutte le misure indicate dalla scienza e dall’esperienza atte ad assicurare il massimo di sicurezza ai dipendenti e a chiunque debba con essi entrare in contatto. È online la mia intervista pubblicata giovedì su Italia Oggi.

LICENZIAMENTI: LE INCOERENZE DELLA CONSULTA
La nuova sentenza della Corte costituzionale scalfisce solo marginalmente la legge Fornero, confermando per il resto l’impianto della nuova disciplina; ma nella sua motivazione è evidente una incoerenza poco difendibile rispetto alla sentenza della stessa Corte n. 194/2018 sul Jobs Act: è online il mio articolo pubblicato la settimana scorsa su il Foglio.

SMART WORK: EREDITÀ POSITIVA COVID, RISCHIO NEL PUBBLICO
L’intervento utile della contrattazione collettiva, sia al livello nazionale sia a quello aziendale, per il consolidamento degli aspetti più positivi della svolta compiutasi con la pandemia. Il rischio di una grave degenerazione del lavoro agile nelle amministrazioni. Leggi la mia intervista pubblicata la settimana scorsa su il Sole 24 Ore.

IL PARADOSSO DELLA STRATEGIA POLITICA DEI LIB-DEM
Le loro riforme presuppongono un sistema elettorale maggioritario, ma questo impedisce la nascita di un loro partito. La loro strategia deve passare per l’egemonia nel centrodestra o nel centrosinistra (meglio se in entrambi). È online il mio editoriale telegrafico per la Nwsl n. 541. In argomento v. però anche, per una tesi politica diversa, l’articolo di Alessandro Maran pubblicato su il Foglio martedì scorso L’Italia ha bisogno di un centro, che non può essere il Pd.

Andrea Garnero

OCCUPATI FINTI E DISOCCUPATI VERI
Il cambio di definizione delle due nozioni ai fini statistici rende i dati disponibili circa la perdita di occupazione molto più crudi, smascherando la finzione prodotta dal blocco dei licenziamenti. Leggi il bollettino n. 95 di Mercato del lavoro News, organo della Fondazione Anna Kuliscioff, a cura di Claudio Negro. Ivi il link a un articolo di Andrea Garnero sullo stesso argomento, pubblicato su lavoce.info.

CONTRATTO RIDER JUST EAT: L’ALTRA FACCIA DELLA LUNA
JustEat assume come dipendenti solo la parte di rider delle città maggiori (circa il 30%) cui può garantire la retribuzione minima per l’orario concordato; gli altri, circa il 70%, restano fuori, gestititi da un’app che li mette direttamente in contatto con i ristoranti, cui compete di retribuirli di volta in volta, oppure da agenzie convenzionate. Leggi le interviste parallele a me e Salvatore Pellecchia (segretario generale della FIT-Cisl) pubblicate lunedì sul sito ilFoglio.it.

UNO STUDIO CHE VIENE DA LONTANO MA BATTE STRADE NUOVE
Ichino Brugnatelli & Associati, le cui radici milanesi risalgono al secolo XIX, ora dà vita a una propria sede romana ampliando il proprio campo di attività al settore amministrativo del lavoro e a quello penalistico. È online la mia intervista pubblicata dalla rivista Legal Community il 31 marzo scorso.

***

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter bi-settimanale, che ha superato il mezzo migliaio di numeri in quasi tredici anni, chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato a tutto il 2016 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 160 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 900 articoli pubblicati dal 1994 al 2017 (i successivi sono diponibili su questo sito) su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 al 2017 (le successive sono disponibili su questo sito) su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

 

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it”. Chi si avvarrà di questa facoltà è comunque tenuto ad avvertirmene preventivamente, anche soltanto mediante un messaggio email.