SIAMO TUTTI COMPLOTTISTI?
Due filosofe della mente analizzano i meccanismi cognitivi da cui nascono negazionismo e cospirazionismo, mostrando come nessuno possa dirsene del tutto esente: leggi l’articolo di Anna Ichino e Lisa Bortolotti pubblicato oggi su Repubblica.it.

LIBERI SUL VACCINO, MA NON A RISCHIO DEGLI ALTRI
Il dipendente è tenuto a conformarsi alle misure adottate dall’imprenditore per garantire la sicurezza e l’igiene del lavoro, quando siano ragionevoli, in quanto aderenti alle indicazioni condivise dalla comunità scientifica. Anche se non specificamente previsto dalla legge, dunque, un obbligo di vaccinarsi ben può nascere dal contratto. Leggi sul punto il mio articolo che esce oggi sulla rivista Lavoro Diritti Europa ed è uscito venerdì sul Quotidiano giuridico insieme a uno del collega Oronzo Mazzotta. In precedenza avevo sostenuto la stessa tesi:
nell’intervista pubblicata il 29 dicembre sul Corriere della Sera;
nell’intervista pubblicata il 30 dicembre sul Giornale di Sicilia;
nell’articolo pubblicato il 31 dicembre su lavoce.info;
nell’intervista pubblicata il 9 gennaio sull’inserto Salute de la Repubblica, con particolare riferimento al settore pubblico e al lavoro autonomo.

6 GENNAIO 2021 – 1. AMERICA, L’ALTRO VERO VINCITORE È PUTIN
La Costituzione americana, come la nostra, è fatta per tenere insieme  una sinistra e una destra con visioni contrapposte, ma della stessa realtà; oggi invece si assiste al confronto fra due Americhe che si collocano in due “realtà” diverse, non comunicanti tra loro. Leggi il mio primo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 535.

6 GENNAIO 2021 – 2. EUROPA, DE TE FABULA NARRATUR
Attenzione: negazionismo e complottismo allignano prepotentemente anche su questa sponda dell’Atlantico. E costituiscono anche qui un problema politico-istituzionale  strutturale di difficile soluzione: leggi  il mio secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 535.

La ministra del Lavoro Nunzia Catalfo

A QUALE RIFORMA DELLA CIG PENSA LA MINISTRA DEL LAVORO?
Dice di volerla “rendere universale”, ma l’integrazione è già prevista per tutte le imprese; il rischio è che la riforma si riduca a un inglorioso ritorno alla Cig usata per fingere la sopravvivenza dei posti in aziende ormai chiuse. Leggi il mio terzo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 535.

Lucia Valente

POLITICHE ATTIVE TROPPO LENTE PER FARE GOL
La legge finanziaria ha dei contenuti positivi in materia di sostegno all’incontro fra domanda e offerta, tornando a valorizzare gli strumenti introdotti con la riforma del 2015; ma la macchina della “Garanzia Occupabilità Lavoro” si mette in moto troppo tardi e ancora troppo lentamente rispetto a un’emergenza drammatica: leggi l’articolo di Lucia Valente professoressa di diritto del lavoro alla Sapienza di Roma, pubblicato venderdì su lavoce.info.

DATI SORPRENDENTI SULLA MOBILITÀ DEL LAVORO
Nonostante la gravissima crisi economica e il blocco dei licenziamenti, i servizi di outplacement funzionano a pieno ritmo e mostrano come domanda e offerta di lavoro siano notevolmente attive nel mercato. E si conferma la presenza di giacimenti occupazionali che potrebbero e dovrebbero essere fin d’ora sfruttati molto meglio. Leggi l’intervista al top manager del Gruppo Adecco Cristiano Pechy, parzialmente ripresa da Linkiesta la settimana scorsa.

QUANDO SONO I LAVORATORI A SCEGLIERSI L’IMPRENDITORE
Già oggi buona parte della forza-lavoro ne è capace, perché ha le informazioni, la formazione e la mobilità necessarie. L’obiettivo di qualsiasi politica del lavoro degna di questo nome è far sì che questa possibilità di scelta sia data a tutti; e non è affatto un obiettivo utopistico. Leggi la mia intervista di fine anno sul sito AppLavoro.

LA PATRIMONIALE VIRTUOSA
È quella gestita dai Comuni sulla base di un’intesa precisa coi cittadini per l’investimento in infrastrutture che aumentano il benessere e il valore stesso degli immobili. Se gestito dallo Stato per far fronte al deficit, un aumento dell’imposizione rispetto al livello attuale esteso ai beni mobili, sarebbe controproducente; limitato agli immobili sarebbe iniquo. Leggi la mia intervista pubblicata prima di Natale su Italia Oggi.

Il professor G. Cominelli

UNA PROPOSTA PER LA RIFORMA DELLA SCUOLA
Per un sistema dell’istruzione fondato sull’autonomia e la responsabilizzazione degli istituti: è online anche su questo sito il progetto elaborato dal professor Giovanni Cominelli e presentato su iniziativa di Fondazione Kuliscioff, Fondazione Socialismo e Mondoperaio in un webinar del 6 gennaio.

LE  CREPE NELLA CORONA DEI WINDSOR
Il serial di Netflix ha messo a nudo, con gli arcana imperii della Royal Family, le contraddizioni che minano le fondamenta del trono di San Giacomo: la monarchia britannica ormai sopravvive a se stessa. È online il mio articolo pubblicato martedì scorso sul quotidiano il Foglio.

 

IL SOGNO-AVVERTIMENTO DI EDWARD HOPPER
Appena due anni prima di Office in a Small City, nel 1951, anche un altro grande intellettuale statunitense, Frank Tannenbaum, aveva pubblicato il saggio A Philosophy of Labor, per sostenere che la grande impresa da sola non è in grado di darsi un’anima e che spetta al sindacato-intelligenza collettiva dei lavoratori aiutarla a trovarne una. È online il mio contributo al libro curato da Giuseppe Frangi, Edward Hopper: Puntare l’orizzonte, fresco di stampa.

***

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter bi-settimanale, che ha superato il mezzo migliaio di numeri in quasi tredici anni, chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato a tutto il 2016 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 160 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 900 articoli pubblicati dal 1994 al 2017 (i successivi sono diponibili su questo sito) su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 al 2017 (le successive sono disponibili su questo sito) su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

 

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it”. Chi si avvarrà di questa facoltà è comunque tenuto ad avvertirmene preventivamente, anche soltanto mediante un messaggio email.