CHE COSA CI INSEGNA L’ESITO DEL VOTO USA
Lo spartiacque aperturisti/sovranisti incrocia ortogonalmente quello destra/sinistra. Il partito del multilateralismo globale e dell’integrazione UE, per tagliare l’erba sotto i piedi al populismo, deve riconciliare con questa idea-forza i ceti più deboli. È online il mio primo editoriale per la Nwsl n. 533, che costituisce la sintesi del mio intervento all’incontro promosso da LibertàEguale il 28 novembre 2020.

CCNL RIDER: L’ARRAMPICATA DEL MINISTERO SUGLI SPECCHI
Pur di contrastare il nuovo ccnl per i rider, il dicastero del lavoro non esita a inventarsi regole strampalate e a riscrivere a modo suo il principio costituzionale della libertà sindacale. Leggi il mio secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 533. Ivi anche una breve nota sulla sentenza del Tribunale di Palermo pubblicata il giorno dopo questo editoriale, che però non riguarda la questione della validità ed efficacia del ccnl.

ANCORA SU “I SOMMERSI E I PRIVILEGIATI”
Quanto mi piacerebbe sentire il Pd annunciare l’impegno per un controllo rigoroso sui casi diffusi di letargo ingiustificato delle amministrazioni, che pregiudicano il lavoro e la ripresa economica dell’intero Paese! Sono online:
la mia intervista pubblicata sul Quotidiano Nazionale (la Nazione, il Resto del Carlino, il Giorno) il 18 novembre;
la mia intervista pubblicata su Libero il 23 novembre;
la mia intervista pubblicata su La Verità lo stesso giorno.

IL DIRITTO DEI LAVORATORI DI SCEGLIERSI L’IMPRENDITORE…
… e come renderlo effettivo: il rovesciamento del paradigma del mercato del lavoro necessario per rendere effettivo il principio sancito dall’articolo 4 della Costituzione. Sono online le slides della mia lezione svolta il 20 novembre alla sede di Piacenza dell’Università Cattolica, preceduta da una mia intervista al quotidiano della stessa città, Il nuovo giornale. Una versione ridotta delle stesse slides è quella utilizzata per la comunicazione che ho svolto al convegno dell’Università statale di Milano nello stesso giorno. A seguito dell’incontro è uscita anche questa recensione del libro a cura di Cecilia Gorra, una bravissima studentessa liceale che vi ha partecipato.

*   *   *

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter bi-settimanale, che ha superato il mezzo migliaio di numeri in quasi tredici anni, chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato a tutto il 2016 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 160 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 900 articoli pubblicati dal 1994 al 2017 (i successivi sono diponibili su questo sito) su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 al 2017 (le successive sono disponibili su questo sito) su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

 

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it”. Chi si avvarrà di questa facoltà è comunque tenuto ad avvertirmene preventivamente, anche soltanto mediante un messaggio email.