IL PARADOSSO DELLA STRATEGIA POLITICA DEI LIBERAL-DEMOCRATICI

Le loro riforme presuppongono un sistema elettorale maggioritario, ma questo impedisce la nascita di un loro partito – La loro strategia deve passare per l’egemonia nel centrodestra o nel centrosinistra (meglio se in entrambi)

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 541, 5 aprile 2021 – In argomento v. anche l’editoriale telegrafico per la Nwsl precedente, La funzione politica dei lib-dem e il modo in cui possono svolgerlaSullo stesso argomento, per la tesi inversa, v. invece l’articolo pubblicato da Alessandro Maran sul Foglio il 30 marzo 2021, L’Italia ha bisogno di un Centro, che non può essere il Pd

Continua…

MARAN: L’ITALIA HA BISOGNO DI UN CENTRO, CHE NON PUÒ ESSERE IL PD

“Il centro non è sinonimo di moderatismo, indecisione, immobilismo, opportunismo, non è il luogo dello status quo, ma è il luogo dove proporre delle soluzioni radicali e tuttavia realistiche; soluzioni non ideologiche e praticabili. E non può essere l’attuale Pd a contenerlo”

.
Articolo di Alessandro Maran, nella XVII legislatura parlamentare di Scelta Civica e del Pd, pubblicato su
Il Foglio il 30 marzo 2021 – In argomento v. anche, per la diversa tesi secondo cui i lib-dem devono impegnarsi in seno alle formazioni maggiori di centrosinistra e di centrodestra, i miei editoriali telegrafici La funzione politica dei lib-dem e il modo in cui possono svolgerla, del 22 marzo 2021, e Il paradosso della strategia politica dei liberal-democratici, in corso di pubblicazione per la Nwsl del 5 aprile

Continua…

LA FUNZIONE POLITICA DEI LIB-DEM E IL MODO IN CUI POSSONO SVOLGERLA

Superare la contrapposizione liberismo/socialismo attraverso la combinazione di quattro principi: contendibilità di ogni funzione, pari opportunità di accesso, valutazione rigorosa, trasparenza totale

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 540, 22 marzo 2021 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 17 settembre 2019, Perché sarebbe stato meglio che non fosse Renzi a fondare il partito di centro Continua…

IL VERO SIGNIFICATO DELLA CHIAMATA DI IRENE TINAGLI AL VERTICE DEL PD

Nella scelta dell’economista liberal-democratica si esprime un progetto politico ambizioso e il modo in cui Letta intende attuarlo: assumendo come idea-forza la “riforma europea” dell’Italia e la costruzione della sovranità dell’UE

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 540, 22 marzo 2021 – Sul tema del rinnovamento del vertice del Pd v. anche Enrico Letta: una lezione etica e una missione politica Continua…

DAVVERO “ABBIAMO TOLTO AI PADRI SENZA DAR NIENTE AI FIGLI”?

“La sinistra, anche quella incartapecorita non c’è più. Dove è finito il suo popolo?” – Una questione su cui a sinistra occorre fare chiarezza

.
Lettera di Canio Lagala, giuslavorista, in riferimento al mio editoriale telegrafico dell’8 marzo,
La sinistra e la contrapposizione fra garantiti e non garantiti Segue la mia risposta In argomento v. anche la lettera precedente dello stesso C.L. del 5 marzo 2019: ivi anche una sua scheda biografica Continua…

ENRICO LETTA: UNA LEZIONE ETICA E UNA MISSIONE POLITICA

“Ha avuto ragione chi, persa una battaglia interna al partito, non ha pilotato scissioni, ma ha condotto la sua battaglia dall’interno, anche attraversando il deserto della solitudine, della riflessione, della maturazione” – ” Il Pd intende usare le porte delle sue sedi per fare entrare energie nuove e non per favorire abbandoni”

.
Commento a caldo di Giorgio Tonini, subito dopo il discorso di Enrico Letta all’Assemblea Nazionale del PD e la sua elezione a Segretario del Partito – Dello stesso G.T. v. anche
la sua intervista del 5 gennaio 2018, al termine della XVII legislatura Continua…

LA SINISTRA E LA CONTRAPPOSIZIONE FRA GARANTITI E NON GARANTITI

Di fronte all’allargarsi del gap tra chi è più esposto ai colpi della crisi pandemica e chi no, è interessante chiedersi quanto possano considerarsi ancora “di sinistra” le battaglie tradizionali della (vecchia) sinistra

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 539, 8 marzo 2021 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 20 luglio 2021, Un ruolo per il PD: riconciliare le due Italie, e il mio articolo pubblicato sul Corriere della Sera del 17 giugno 2017, Il valore sociale della contendibilità del servizio pubblico  Continua…

CONVERSIONE DI SALVINI SULLA VIA DI DAMASCO?

C’è solo motivo di rallegrarsi del nuovo posizionamento della Lega rispetto allo spartiacque del processo di integrazione europea; ma il suo consolidarsi o no dipende dal successo dell’azione di governo di Mario Draghi

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 537, 8 febbraio 2021 – Nel testo i link ad articoli precedenti sullo stesso tema – In argomento v. anche il mio primo editoriale telegrafico di oggi, I fattori del successo clamoroso della mossa di Mattarella Continua…

I FATTORI DEL SUCCESSO CLAMOROSO DELLA MOSSA DI MATTARELLA

Il sostegno di M5S e Lega al Governo europeista di Mario Draghi è il segno di una crisi evidente del sovranismo, cui hanno contribuito quattro mutamenti epocali dell’ultimo quadriennio; ma non è una crisi irreversibile

.
Primo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 537, 8 febbraio 2021 – Sul nuovo quadro politico che si sta aprendo in Italia v. anche il secondo editoriale telegrafico di oggi, La conversione di Salvini sulla via di Damasco, e il mio dialogo con un sostenitore di Matteo Renzi, Il paradosso di Renzi, regista e perdente della svolta – Tutti gli interventi e documenti sul nuovo spartiacque della politica mondiale sono facilmente reperibili attraverso il portale dedicato a questo tema  Continua…

IL PARADOSSO DI RENZI, REGISTA E PERDENTE DELLA SVOLTA

L’esito della crisi gli dà ragione; ma al sostenitore che si ferma a questo dato obietto che il leader di IV ne esce indebolito, avendo dimostrato una grande capacità tattica nell’innescarla, ma non altrettanta capacità di entrare in sintonia con l’opinione pubblica, e neppure di raccogliere il consenso e organizzarlo nell’area europeista lib-dem

.
Lettera di Francesco Saverio Butturini, dottorando in Diritto Commerciale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, in riferimento al mio editoriale telegrafico
Come perdere la partita della crisi pur avendo ragioneSegue la mia risposta
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab