LA LIBERTÀ DELL’INFORMAZIONE E IL DIRITTO AL SEGRETO

Nessun principio costituzionale, nemmeno quello della libertà di informazione, costituisce un valore assoluto: ognuno di essi deve sempre essere contemperato con gli altri, attraverso un bilanciamento non sempre facile

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 24 luglio 2022 – In argomento v. anche il mio disegno di legge per la trasparenza totale nelle amministrazioni n. 245/2013 
Continua…

IL CROLLO DEL CONTENZIOSO IN MATERIA DI LAVORO

Con la legge Fornero e il Jobs Act si è sgonfiata l’ipertrofia del contenzioso giudiziale in materia di lavoro, che aveva costituito per decenni un’anomalia italiana rispetto agli altri Paesi della UE, senza intaccare il primato italiano della tutela del lavoro

.
Editoriale telegrafico per la Nwsl n. 570, 11 luglio 2022 – In argomento v. anche, più ampiamente, l’articolo pubblicato sul sito lavoce.info, Cosa significa la riduzione delle cause di lavoro Continua…

COSA SIGNIFICA LA RIDUZIONE DELLE CAUSE DI LAVORO

Si conferma la tendenza ormai almeno decennale al superamento dell’ipertrofia del contenzioso giudiziale in questa materia, che ha costituito per decenni un’anomalia italiana – E tramonta l’idea secondo cui la protezione delle persone che lavorano non sia veramente tale se non passa per le aule dei tribunali

.

Articolo pubblicato sul sito lavoce.info il 5 luglio 2022 – In argomento v. anche l’articolo pubblicato sul Corriere della Sera il 18 febbraio 2017, Licenziamenti: il crollo del contenzioso giudiziale  Continua…

COME VOTERÒ NEI REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA DEL 12 GIUGNO

NO, innanzitutto, a un cattivo uso della democrazia diretta, quale rischia di essere questa consultazione; nel merito dei cinque quesiti, NO a quello sul “decreto Severino”; SÌ a quello sulla valutazione dei magistrati; SÌ a quello sulla separazione delle carriere, anche se sul punto è meglio la riforma attualmente in discussione in Parlamento

.
Scheda tecnica sul contenuto dei cinque quesiti referendari, nella quale indico molto sinteticamente il motivo del mio orientamento su ciascuno di essi – Sul quesito referendario in materia di eutanasia, che la Corte costituzionale ha bocciato nel febbraio scorso, v.
Ma quale eutanasia? Il (colpevole) inganno referendario Continua…

IL CRINALE STRETTO SU CUI DEVONO MUOVERSI USA E UE

Nel dosare la reazione all’aggressione russa, le nazioni occidentali devono non solo evitare il rischio di una escalation ancora più catastrofica, ma anche costruire i presupposti perché sia possibile, poi, una solida pace

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 561, 7 marzo 2022 – In argomento v. anche i due precedenti, Perché Putin ha già persoIl solo modo in cui possiamo stare davvero accanto agli ucraini Continua…

L’INTERVENTO VOLONTARIO DI ASSOLOGISTICA NELLA VERTENZA LGD/SI-COBAS

L’Associazione delle imprese della logistica per la grande distribuzione interviene nel procedimento giudiziale davanti al Tribunale di Milano sulla illegittimità del blocco dei cancelli come forma di lotta sindacale, per sottolineare come la questione riguardi non soltanto l’impresa ricorrente, ma l’intero settore

.
Atto di intervento volontario di Assologistica nel procedimento promosso il 16 novembre 2021 dalla Cooperativa di Lavoro  LGD contro il SI-Cobas – Un atto di contenuto analogo è stato presentato nello stesso procedimento dal FederDistribuzione – V. in proposito anche la risposta della Commissione di Garanzia contro lo Sciopero nei Servizi pubblici all’interpello presentato dalla LGD circa la illegittimità del metodo dei blocchi dei cancelli  
Continua…

MA QUALE EUTANASIA? IL (COLPEVOLE) INGANNO REFERENDARIO

Il quesito bocciato dalla Corte costituzionale avrebbe reso legittima l’uccisione del consenziente anche quando si fosse trattato di persona perfettamente sana, anche quando il consenso fosse stato dato per denaro

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 560, 17 febbraio 2022 – In argomento v. anche il mio intervento in Senato del 10 febbraio 2009 sul caso Englaro,  Dove la coscienza di ogni persona è sovrana 
Continua…

MIMMO LUCANO: UNA LEZIONE SU INFORMAZIONE E GIUSTIZIA

Dalla motivazione della sentenza di Locri emerge un’immagine dell’ex sindaco di Riace completamente diversa da quella sulla base della quale tutta la sinistra italiana, dal Manifesto al Pd, ne aveva fatto un eroe, dileggiando i giudici che lo avevano condannato a più di 13 anni – Non si è sentita, però, una sola voce autocritica

.
Articolo di Goffredo Buccini pubblicato sul
Corriere della Sera del 19 dicembre 2021 – In argomento v. anche l’acuto commento di Mattia Feltri all’esito delle elezioni comunali di Riace, del 29 maggio 2019: Il rosario e il presepe Continua…

L’ERRORE DEI MEDIA SULLA GIUSTIZIA

Nota a margine della sentenza di Palermo nel processo “Stato-Mafia”: i giornalisti ignorano troppo spesso che le decisioni giudiziarie possono collocarsi in una zona grigia, nella quale non è affatto patologico, bensì del tutto fisiologico, che il giudizio di impugnazione abbia esito diverso rispetto alla fase precedente

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 550, 27 settembre 2021 – I link ai documenti, articoli e interviste online su questo sito in tema di Giustizia sono raccolti nella sezione del sito dedicata a questo tema
Continua…

IL GIUDICE E IL SEGRETO DEL GOMMISTA EFFICIENTE

L’esempio del meccanico che deve cambiare i pneumatici a 100 auto spiega perché se i giudici lavorassero in modo sequenziale, invece che trattare 200 o 300 giudizi contemporaneamente, i tempi della Giustizia migliorerebbero fortemente, anche a parità di organici

.
Articolo di Andrea Ichino pubblicato sul quotidiano
il Foglio il 23 settembre 2021 – Sul progetto Themis, dal quale è nata l’agenda A-Lex menzionata in questo articolo, v. il portale a esso dedicato – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 3 agosto, Giustizia: il grosso è ancora da fare Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab