SE LA CASSA INTEGRAZIONE È USATA CONTRO L’INTEGRAZIONE EUROPEA

Il ritorno all’abuso di questo ammortizzatore sociale nei casi di chiusura dell’azienda, incoerente anche con la logica del “reddito di cittadinanza”, assistenza universale che dovrebbe assorbire tutte le altre, può spiegarsi solo come un messaggio politico di drastica inversione rispetto al percorso concordato tra Italia e UE negli ultimi anni

.
Articolo pubblicato il 18 ottobre 2018 su lavoce.info – In argomento v. pure Se Di Maio ripristina la Cassa integrazione per le aziende che chiudono Continua…

ZINGARETTI APRE LE DANZE DEL CONGRESSO PD

Il senso del sostegno di Gentiloni al governatore del Lazio per la segreteria del Pd e il crinale rispetto al quale prima o poi lo stesso candidato dovrà scoprire le proprie carte

.
Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 486, 15 ottobre 2018 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico di un anno fa, Paradossi di fine legislatura Continua…

DI MAIO, SALVINI, E IL DIFETTO DI PATRIOTTISMO DEI RISPARMIATORI

Alcune cose sul funzionamento dei mercati finanziari che il ministro Tria dovrebbe spiegare ai due vicepremier

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 486, 15 ottobre 2018 – In argomento v. anche Deficit al 2,4%: non è fattibile, ma il solo annuncio fa gravi danni Continua…

DEFICIT AL 2,4% – 2. NON È FATTIBILE MA IL SOLO ANNUNCIO FA GIÀ DANNI GRAVI

Quale spreco di denaro pubblico è più stupido di questo, generato soltanto dall’annuncio di misure di politica economica che si riveleranno subito non praticabili?

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 485, 1° ottobre 2018 – In argomento v. anche La cultura della spesa pubblica come variabile indipendente  Continua…

DEFICIT AL 2,4% – 1. I GIOVANI NON HANNO NIENTE DA DIRE?

Gli adolescenti e i ventenni, cui il Governo vorrebbe accollare 30 miliardi di ulteriore debito, dovrebbero essere i primi a ribellarsi

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 485, 1° ottobre 2015 – In argomento, oltre al mio articolo del 1997 linkato nel testo sulle occupazioni autunnali nei licei, v. anche l’editoriale  L’ossessione pensionistica di Cgil e Uil e qualche dato che dovrebbe far riflettere  e il mio faccia a faccia radiofonico con la senatrice 5S Nunzia Catalfo su Il progetto M5S del “reddito di cittadinanza” al vagio di fattibilità  Continua…

LAVORO: L’ITALIA RITORNA IN MEZZO AL GUADO

La sentenza della Corte costituzionale sulla nuova disciplina dei licenziamenti, pur non spostando i limiti minimo e massimo dell’indennizzo giudiziale, ne aumenta l’imprevedibilità; e contribuisce con il “decreto dignità” a ridare un carattere peculiare di volatilità alla normativa in materia

 .
Articolo pubblicato su lavoce.info il 27 settembre 2018 – In argomento v. anche la mia relazione al convegno di Modena del 27 settembre 2018,  Licenziamento economico: come evolve il diritto vivente, e la scheda tecnica sulla sentenza della Consulta La sentenza della Consulta non scalfisce l’impianto del Jobs Act: ivi anche un grafico che dà conto dell’entità degli indennizzi per i vari casi di licenziamenti affetti da vizi sostanziali o formali, previsti dalla legge, che aiuta a capire e delimitare gli effetti della sentenza costituzionale Continua…

IL MINISTRO SENZA MEMORIA

Più ancora che i modi tracotanti e i toni truculenti (“gli autori del Jobs Act sono assassini politici”) con cui il neo-ministro del Lavoro cerca visibilità mediatica, è preoccupante la sua presunzione di poter governare l’Italia ignorandone totalmente la storia lontana e quella recente

.
Articolo pubblicato su
Il Foglio il 26 settembre 2018 – In argomento v. anche Se Di Maio ripristina la Cig per le aziende che chiudono  Continua…

SE DI MAIO RIPRISTINA LA CIG PER LE AZIENDE CHE CHIUDONO

Il “Governo del cambiamento” punta, in realtà, al ripristino di una delle forme peggiori di assistenzialismo dell’Italia degli anni ’70 e ’80

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 484, 17 settembre 2018 – In argomento, oltre all’articolo di Antonio Polito citato nel testo, v. anche Cinque stelle per cinque contraddizioni Continua…

NOVE BUONI MOTIVI PER NON CHIUDERE I NEGOZI DI DOMENICA

Sono molte le ragioni che sconsigliano una limitazione rigida del lavoro domenicale nel commercio: lo strumento principe per regolare materie come questa è l’autonomia collettiva e individuale – Comunque il contratto aziendale può derogare alla legge

.
Articolo pubblicato su lavoce.info l’11 settembre 2018 – In argomento v. anche, su questo sito, Lavoro domenicale: libertà per i figli di Dio; inoltre il capitolo IV del mio Il lavoro e il mercato (1996): Il mercato del tempo di lavoro Continua…

L’ILLUSIONE DELL’AUTOSUFFICIENZA

L’esperienza della malattia che rende dipendente dagli altri per qualsiasi cosa induce a riflettere sul fatto che dipendenti dagli altri per ogni cosa, pur se in modo diverso, sono anche i sani

.
Editoriale telegrafico
, 9 settembre 2018
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab