MAURIZIO FERRERA: COME SI COMBATTE (SERIAMENTE) LA POVERTÀ

È giusto garantire un reddito temporaneo a chi non ha risorse sufficienti, a condizione che ci siano servizi per l’impiego efficienti e diponibilità del beneficiario per il lavoro o il percorso necessario per accedervi

.
Slides redatte e utilizzate dal professor Maurizio Ferrera per una relazione svolta il 22 maggio 2017 a Napoli, nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile – In argomento v. anche la presentazione predisposta, con il mio contributo, da Tortuga, un gruppo di studenti dell’Università Bocconi di Milano, in funzione di un seminario che si è svikti in Senato il 25 maggio 2017   
Continua…

COME SI COMBATTE LA POVERTÀ

Un confronto tra il il RSA francese, il REI italiano e la proposta del M5S, che utilizza (impropriamente) l’espressione “reddito di cittadinanza” per alludere a un beneficio universale e incondizionato

.
Slides realizzate in collaborazione con Tortuga, un gruppo di studenti della Bocconi, che utilizzerò giovedì 25 maggio 2017 per la relazione introduttiva di un seminario del Gruppo dei senatori Pd sul tema del confronto tra il “reddito di cittadinanza”, oggi esistente soltanto in Alaska, la proposta del M5S (che usa questa denominazione in modo inappropriato ma opportunistico), lo schema del Reddito di Inclusione (SIA-REI), recentemente rafforzato per iniziativa del Governo, e lo schema analogo sperimentato in Francia; con una valutazione analitica delle voci di copertura finanziaria indicate dal M5S per il proprio progetto – In argomento v. anche
Parliamo di reddito di cittadinanza perché non crediamo nel futuro del lavoro (7 settembre 2016)  Continua…

UNA NOZIONE UNITARIA DI GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DI LICENZIAMENTO

Il ragionamento che sta dietro a (quasi) tutte le decisioni giudiziali in materia di licenziamento non disciplinare, ma del quale non si trova traccia in nessuna delle relative motivazioni
.

Slides della lezione che ho tenuto il 4 maggio 2017 a Taranto, a un convegno promosso dal Centro Nazionale Studi di Diritto del Lavoro, e che terrò il 12 maggio al Corso di alta formazione in diritto del lavoro della Fondazione Giuseppe Pera, a Lucca In argomento v. anche Le questioni aperte in materia di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, intervento che svolsi al convegno dell’Assoziazione Italiana di Diritto del Lavoro e della Sicurezza Sociale a Venezia, il 25 maggio 2007      
Continua…

GIORGIO TONINI: LA SOCIETA’ APERTA E I SUOI NEMICI

UNA DIAGNOSI PRECISA DELLE RADICI DELLA SCONFITTA REFERENDARIA (IN PARTICOLARE IL GRAFICO “A ELEFANTE” CHE INDICA CHI HA GUADAGNATO E CHI HA PERSO IN UN DECENNIO DI GLOBALIZZAZIONE), ALCUNE CONSIDERAZIONI ILLUMINANTI SU QUELLO CHE CI ATTENDE NEL FUTURO PROSSIMO E ALCUNE INDICAZIONI SUL CHE FARE

Slides della relazione svolta da Giorgio Tonini, presidente della Commissione Bilancio del Senato, all’incontro di LibertàEguale, Roma, 10 febbraio 2017   Continua…

APPUNTI SULL’ETICA DEL LAVORO E DELL’IMPRESA

L’IMPRENDITORE HA IL DOVERE DI FAR SÌ CHE IL PROPRIO DIPENDENTE POSSA AMARE IL SUO LAVORO; QUEST’ULTIMO HA IL DOVERE DI SVOLGERLO CON DILIGENZA (DAL LATINO DILIGERE, CHE SIGNIFICA LETTERALMENTE AMARE), CHE SIGNIFICA ANCHE SVOLGERLO COME LO SVOLGEREBBE SE LAVORASSE PER IL CONIUGE O I FIGLI

Slides della relazione introduttiva di un incontro promosso dalla Comunità dei Gesuiti di Villapizzone, 13 novembre 2016 – In argomento v. anche L’impiegato allo sportello sia come il padre con i propri figli; inoltre La diligenza del professore e la libertà di insegnamento         Continua…

LE MISURE PER IL LAVORO NELLA LEGGE DI BILANCIO

LE MISURE SUL LAVORO AUTONOMO E DIPENDENTE CONTENUTE NEL DDL SUL BILANCIO 2017, PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE DINAMICHE DI UN TESSUTO PRODUTTIVO IN RAPIDA EVOLUZIONE, NEL QUALE AUMENTANO L’OCCUPAZIONE COMPLESSIVA E, IN ESSA, L’OCCUPAZIONE STABILE

Slides  utilizzate per la relazione introduttiva all’incontro con le Camere di Commercio britannica, francese e tedesca, svoltosi a Roma il 3 novembre 2016 – In argomento v. anche Dati sull’occupazione: quando i giornalisti fanno male il loro mestiere    Continua…

LA RIFORMA DEL LAVORO TRA DIRITTO ED ECONOMIA

LE SLIDES DELLA RELAZIONE SVOLTA ALLA SCUOLA DELLA MAGISTRATURA: UN APPROCCIO DI LAW & ECONOMICS ALLA RIFORMA DEL 2014-2015: RATIO, BENEFICI E COSTI DEL VECCHIO E DEL NUOVO SISTEMA DI PROTEZIONE – LE POSITIVE DINAMICHE RECENTI DEL MERCATO DEL LAVORO (E LA DIFFICOLTÀ DI DIMOSTRARNE IL NESSO CON LA RIFORMA)

Diapositive utilizzate per la presentazione della relazione svolta il 26 ottobre 2016 alla Scuola Superiore della Magistratura – Per ulteriori saggi, interventi e documenti sulla stessa materia v. il Portale della Riforma del Lavoro    Continua…

LA RIFORMA COSTITUZIONALE SU CUI VOTIAMO IL 4 DICEMBRE: I PRECEDENTI E I CONTENUTI ESSENZIALI

I DIFETTI ORIGINARI DELLA SECONDA PARTE DELLA COSTITUZIONE, I QUARANT’ANNI DI TENTATIVI SENZA SUCCESSO  DI CORREGGERLA, I CONTENUTI DELLA LEGGE APPROVATA DAL PARLAMENTO ATTRAVERSO SEI LETTURE: RAFFORZAMENTO DELL’AZIONE DEL GOVERNO, A FRONTE DI CONTRAPPESI ASSAI PIÙ FORTI OGGI RISPETTO A 70 ANNI FA

Slides predisposte per il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 (costituiscono una nuova edizione riveduta e aggiornata di quelle pubblicate nel giugno 2016) – In argomento v. anche i documenti raccolti nel Portale delle Riforme istituzionali e in particolare, ultimamente, Le tesi del No che inducono a votare Sì     Continua…

LA TASSA SUI LICENZIAMENTI: UNA NORMA DA CORREGGERE

IL CONTRIBUTO IN CIFRA FISSA CHE L’AZIENDA DEVE PAGARE PER CIASCUN RECESSO UNILATERALE COSTITUISCE UN’IMPOSTA REGRESSIVA (IN RAPPORTO ALL’ULTIMA RETRIBUZIONE DEL LAVORATORE) DIFFICILMENTE GIUSTIFICABILE SECONDO CRITERI DI RAGIONEVOLEZZA

Slides della relazione svolta da Roberto Leombruni, docente nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Torino il 20 settembre 2016, nel corso di un seminario promosso a Roma dalla fondazione EYU in collaborazione con lo stesso Ateneo e con l’Associazione nazionale delle imprese di pulizia e servizi integrati   Continua…

I PARADOSSI E L’INGIUSTIZIA DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE

LE MOLTE RAGIONI DI EQUITÀ E DI EFFICIENZA PER SPOSTARE NEL LUOGO DI LAVORO IL BARICENTRO DELLA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA, AFFIDANDO AL CCNL LEFUNZIONI DI DETERMINARE IL SALARIO MINIMO ORARIO E DI ISTITUIRE SCHEMI FLESSIBILI DI COLLEGAMENTO TRA PRODUTTIVITÀ E RETRIBUZIONE AL LIVELLO AZIENDALE

Slides utilizzate per la relazione introduttiva al seminario della Cisl Veneto, svoltosi a Verona il 1° luglio 2016 – In argomento v. il video della presentazione della ricerca di T. Boeri, A. Ichino ed E. Moretti, svolta da Andrea Ichino al Festival dell’Economia di Trento il 3 giugno 2016 (da questa presentazione sono tratte le slides da 8 a 15); inoltre: L’intervento allo studio del Governo in tema di contrattazione, 18 aprile 2016; e Contrattazione: le quattro ragioni per una svolta e Intervista sulla crisi del sistema italiano delle relazioni industriali,  26 settembre 2015 Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab