UN VIDEO-COLLOQUIO SU “LA CASA NELLA PINETA”

Il libro rivisitato e discusso in ciascuno dei suoi passaggi più importanti

.
Conversazione con Alessia Liparoti presso la redazione de
Le Fonti, trasmessa il 16 luglio 2018 – Le altre interviste, recensioni e lettere relative al libro La casa nella pineta sono raccolte nella pagina web dedicata al libro  Continua…

IL DIBATTITO SUL LAVORO NELLA GIG ECONOMY A TRENTO

Il primo passo per garantire ai lavoratori delle piattaforme online alcune protezioni essenziali può consistere nell’applicarle sulla base della tecnologia utilizzata, indipendentemente dalla loro qualificazione come autonomi o subordinati

.
Video della durata di circa 4 minuti, realizzato da Luca Ferraiuolo per
Askanewsa Trento il 2 giugno 2018 nel corso del Festival dell’Economia – In argomento v. anche Un diritto per il lavoro nella terra di mezzo  Continua…

APPUNTI SUL PRESENTE E IL FUTURO PROSSIMO DELLA POLITICA ITALIANA

Prende spunto da La casa nella pineta un dialogo sulla soluzione della crisi di governo, sui difetti di fondo della dialettica tra i partiti, sul modo in cui si può ricostruire un rapporto di fiducia tra gli elettori e chi li rappresenta

.
Colloquio tra Pietro Ichino e Roberto Cociancich, avvocato ed ex-senatore, tratto per sua gentile concessione dal suo sito web, 1° giugno 2018 – La parte del colloquio dedicata più specificamente al libro ha inizio dal minuto 36 del video – Gli altri commenti e interventi sul libro vedi la pagina ad esso dedicata   Continua…

COME PROTEGGERE I LAVORATORI DELLA GIG-ECONOMY

Per estendere le tutele minime indispensabili ai ciclo-fattorini di Foodora, Uber e Deliveroo occorre imporre per tutti una retribuzione minima e la copertura previdenziale essenziale, e per chi lavora per più di un orario minimo per un unico committente imporre l’applicazione del contratto di lavoro intermittente

.
Intervista radiofonica a cura di Valeria Manieri trasmessa da Radio Radicale il 16 aprile 2018 (durata: 24 minuti) – In argomento v. anche
I diritti del lavoro nella gig-economy     Continua…

L’OMAGGIO DI FIRENZE AD ANNAMARIA ICHINO E CARLO LEVI

Il capoluogo toscano ricorda la vicenda della partigiana che ospitò nella propria casa lo scrittore e pittore durante la Resistenza, dedicando loro due piazze contigue vicine a piazza Pitti

.
Video della cerimonia di inaugurazione delle due piazze intitolate rispettivamente a Carlo Levi e Annamaria Ichino, svoltasi a Firenze il 9 marzo 2018 – La storia della profonda relazione affettiva tra Annamaria Ichino, cugina di mio padre, e Carlo Levi è raccontata nel libro di Nicola Coccia,
L’arse argille consolerai, edizioni ETS, 2015 Continua…

L’ACCORDO IG-METALL SULLA FLESSIBILITÀ DELL’ORARIO E GLI AUMENTI SALARIALI

Una intesa regionale importante, che può costituire un modello non soltanto per gli altri Laender tedeschi, ma anche per i sistemi delle relazioni industriali di tutta Europa

.
Intervista video per
Radio Radicale, 7 febbraio 2018: la trasmissione dura poco meno di otto minuti – Segue un commento sullo stesso accordo sindacale del Baden Württemberg di Maurizio Sacconi, presidente uscente della Commissione Lavoro del Senato, pubblicato su Formiche l’8 febbraio 2018 – In argomento v. anche la relazione del prof. Maximilian Fuchs alle Giornate di studio dell’Aidlass del maggio 2013 su I frutti delle riforme del lavoro in Germania dell’ultimo decennio     Continua…

IL PROBLEMA MAGGIORE NELLA LOTTA ALLA POVERTÀ

Non è costituito dalla scarsità delle risorse finanziarie, quanto dalla mancanza del know-how applicativo, della capacità di implementazione delle misure che condizionano il sostegno del reddito alla partecipazione dei beneficiari a tutte le iniziative mirate a loro reinserimento nel tessuto sociale e produttivo

.
La mia intervista a cura di Valeria Maneri, trasmessa da Radio Radicale il 5 dicembre 2017 – In argomento v. anche il fondo di Maurizio Ferrera sul Corriere della Sera del 1° dicembre    
Continua…

IL PROGETTO M5S DEL “REDDITO DI CITTADINANZA” AL VAGLIO DI FATTIBILITÀ

Dal “faccia a faccia” radiofonico emerge che A) il progetto del M5S presuppone una capacità amministrativa della quale attualmente i Centri per l’Impiego difettano quasi totalmente; B) tre quarti dei circa 20 miliardi necessari verrebbero ottenuti con un aumento della pressione fiscale.

.
Trasmissione radiofonica
Zapping, di Radio 1 Rai, del 30 maggio 2017, nel corso della quale si è svolto un dibattito tra i senatori Nunzia Catalfo e  Pietro Ichino sul progetto del M5S di “reddito di cittadinanza” – In argomento v. anche le slides della mia presentazione svolta al seminario del 25 maggio promosso dal Gruppo dei senatori Pd sullo stesso tema      Continua…

L’ACCUSA DURISSIMA DI GUY VERHOFSTADT CONTRO IL PREMIER UNGHERESE ORBAN

“Che cosa dobbiamo attenderci adesso? Il rogo dei libri davanti al Parlamento? […] Vedo risorgere in Ungheria la paranoia dello stalinismo. […] Gli euro-scettici hanno almeno la decenza di dire che non amano l’Unione Europea, non ne condividono i valori, e dunque vogliono uscirne. Lei non ha questa decenza: vuol continuare a beneficiare dei fondi europei, ma anche continuare a calpestarne i principi fondamentali!”

 

Verhofstadt e OrbanVideo, della durata di poco più di cinque minuti, e testo tradotto in italiano del discorso pronunciato al Parlamento Europeo da Guy Verhofstadt, ex-premier belga e leader del partito liberal-democratico europeo, davanti al premier ungherese Viktor Orban, il 26 aprile 2017 – La scena è memorabile, e a tratti davvero impressionante, perché ad assistere al discorso c’è, a pochi metri di distanza, lo stesso Viktor Orban, cui il leader lib-dem si rivolge direttamente e di cui il video mostra impietosamente l’imbarazzo – In argomento v. anche Il conflitto politico nell’era dei populismi, di Luca Ricolfi, nonché gli altri interventi e documenti raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale        Continua…

IL SEMINARIO DI LIBERTÀEGUALE: PIÙ EUROPA PER L’ITALIA

Gli insegnamenti e l’impatto delle elezioni presidenziali francesi per il sistema politico italiano

Videoregistrazione, a cura di Radio Radicale, del seminario della presidenza di LibertàEguale svoltosi a Roma il 26 aprile 2017,  e testo della relazione introduttiva di Stefano Ceccanti, professore ordinario di diritto pubblico comparato nella Facoltà di scienze politiche dell’Università La Sapienza di Roma – Sullo stesso tema v. anche le conclusioni di Enrico Morando del seminario della stessa Associazione svoltosi il 10 febbraio 2017,  Una strategia per le riforme, dopo il disastro del 4 dicembre    Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab