N. 536 – 25 gennaio 2021

W. Pilecki all’entrata nel lager

27 GENNAIO – 1. VOLONTARIO AD AUSCHWITZ
Un libro racconta la storia vera dell’uomo che nel 1940 si fece arrestare e deportare nel più spietato campo di sterminio nazista per incarico della Resistenza polacca e ne evase tre anni dopo, per cadere vittima di un altro regime altrettanto spietato. Leggi il mio editoriale telegrafico per il Giorno della Memoria.

2. “ANCHE SE DOVESSE PERIRE TUTTA LA POPOLAZIONE”
Il Giorno della Memoria sia l’occasione anche per ricordare il genocidio e le atrocità indicibili di cui gli italiani guidati da Pietro Badoglio e da Rodolfo Graziani si resero responsabili al fine di sottomettere Cirenaica e Tripolitania: sono online alcuni brani tratti dal libro di Antonio Scurati, M l’uomo della provvidenza.

COME PERDERE LA PARTITA DELLA CRISI PUR AVENDO RAGIONE
Il leader di Italia Viva, che pure ha visto giusto nei difetti del Governo, è stato tradito dalla presunzione, e dal non aver saputo o voluto, dopo la scissione dal PD, lavorare almeno per unire l’area liberal-democratica europeista. Leggi il mio secondo editoriale telegrafico di oggi.

SUL DOVERE CONTRATTUALE DI VACCINARSI
Come può impedirsi all’imprenditore di richiedere ai propri dipendenti di adottare questa misura di igiene e profilassi, quando ogni giorno per il Covid-19 muoiono centinaia di nostri concittadini e dopo che per un intero anno, per combattere la pandemia, abbiamo (ragionevolmente) accettato limitazioni gravissime delle nostre libertà disposte per decreto? Leggi il mio articolo pubblicato su Guida al Lavoro in questi giorni.

COME SI RAFFORZA DAVVERO IL LAVORO
Le cause del tasso aberrante di disoccupazione giovanile e il modo in cui si costruiscono i percorsi che mettono in comunicazione domanda e offerta di lavoro, risolvendo le situazioni di skill shortage. È online la mia intervista pubblicata su Cittanuova di gennaio.

EX-ILVA: NUOVI FORNI, OCCASIONE DI UN RILANCIO SOSTENIBILE?
Per la siderurgia tarantina si apre un nuovo capitolo che nello stesso tempo è anche una sfida all’apparato industriale nazionale – da anni mortificato e fortemente compromesso anche nelle risorse umane e nel management necessario per sviluppare il nuovo modello industriale – nel segno di una integrale sostenibilità. Leggi l’intervento di Roberto Pensa, ex-dirigente Italsider e Ilva.

LA PANDEMIA, OCCASIONE PER UNA SCUOLA PIÙ INCLUSIVA
Molti oggi invocano un pronto ritorno alla didattica in presenza; ma proprio la didattica a distanza può essere la base per costruire percorsi di istruzione personalizzati che prevengano la piaga dell’abbandono scolastico. Leggi l’interessante faccia a faccia su questo tema tra Sergio Briguglio (foto) e Giovanni Cominelli, autore di una recente incisiva proposta di riforma della scuola.

SIAMO TUTTI COMPLOTTISTI?
Due filosofe della mente analizzano i meccanismi cognitivi da cui nascono negazionismo e cospirazionismo, mostrando come nessuno possa dirsene del tutto esente: leggi l’articolo di Anna Ichino e Lisa Bortolotti pubblicato la settimana scorsa su Repubblica.it.

.

Stampa questa pagina Stampa questa pagina

 

 
 
 
 

WP Theme restyle by Id-Lab