LA CONTRATTAZIONE DECENTRATA PER LA PRODUTTIVITÀ E LA CRESCITA

Le molteplici ragioni della crisi del modello centralizzato di contrattazione collettiva, legate all’evoluzione istituzionale, alla globalizzazione, alla geografia economica italiana e agli effetti dell’innovazione tecnologica – Le tendenze evolutive in atto del sistema delle relazioni industriali e le prospettive

.
Slides utilizzate per la relazione introduttiva al seminario promosso dalla Cisl regionale veneta svoltosi a Verona il 19 gennaio 2018 – In argomento v. anche il mio intervento alla XVI assemblea annuale di LibertàEguale, 26 settembre 2015,
Contrattazione: le quattro ragioni per una svolta, la relazione di Marco Bentivogli al congresso della Fim-Cisl, 8 giugno 2017, e l’articolo dello stesso Bentivogli e mio pubblicato sul Corriere il 21 aprile 2017, Lavoro: la volatilità della legge e la rivincita della contrattazione    Continua…

GIULIANO CAZZOLA: STORIE DI SINDACALISTI

Insieme a una riflessione sulla storia del movimento sindacale nell’Italia repubblicana, in gran parte basata sull’esperienza diretta, una serie preziosa di “medaglioni” di numerose figure di dirigenti di Cgil, Cisl e Uil che quella storia hanno fatto

.
E-book pubblicato dalla Adapt University Press nel dicembre 2017, a firma di Giuliano Cazzola, già dirigente della Fiom, poi deputato di Forza Italia, cui va il mio ringraziamento per avermi consentito di mettere il libro direttamente e gratuitamente a disposizione dei frequentatori di questo sito – In argomento v. anche, sempre su questo sito, il ricordo di Bruno Trentin scritto dallo stesso Cazzola nel decennale della morte   Continua…

DOPO IL CONSUETO SCIOPERO DEL VENERDÌ DEI SINDACATI MINORITARI

Di fronte all’ennesimo blocco dei trasporti che paralizza le città nell’ultimo giorno lavorativo della settimana, totalmente inutile per i lavoratori del settore e dannosissimo per tutti gli altri, è doveroso interrogarsi sui motivi per cui un disegno di legge sostanzialmente condiviso dalle confederazioni maggiori sia da tre anni bloccato in Senato

.
Articolo di Marco Ruffolo pubblicato su
la Repubblica dell’11 novembre 2017 – Segue un mio breve commento – In argomento, oltre ai disegni di legge cui rimandano i link inseriti nell’articolo e nel mio commento, v. anche Perché è necessaria una nuova disciplina dello sciopero nei trasporti      Continua…

“FACCIAMO UN OCCHIO NERO ALLA FIOM”

Il risultato del referendum sull’accordo aziendale alla Gd di  Bologna, con poco meno della metà dei voti per il “no”, probabilmente non dipende tanto dal contenuto dell’intesa (nel complesso eccellente) quanto da un intendimento di protesta contro l’establishment sindacale, analogo a quello dei lavoratori

.
Intervista a cura di Enrico Miele per il quotidiano
la Repubblica, ed. bolognese, 19 ottobre 2017 – Segue la lettera di un dipendente della Gd, con una mia breve risposta – In argomento v. anche Facciamo un occhio nero a Cameron     Continua…

INDAGINE SULLA BIZZARRA GIRAVOLTA ANTI-SINDACATO DI LUIGI DI MAIO

Il candidato premier del M5S attacca i sindacati; ma avrà dei problemi con le sue truppe parlamentari, che appaiono molto divise sulla materia del lavoro, con una netta prevalenza comunque delle posizioni filo-Cgil – E intanto le giunte comunali di Roma e Torino ammiccano ai Cobas dei trasporti

.
Intervista a cura di Alberto Brambilla, pubblicata sul quotidiano
il Foglio del 3 ottobre 2017 – In argomento v. anche Che cosa c’è veramente dietro l’invettiva di Luigi Di Maio contro i sindacati     Continua…

SUL DIRITTO DEGLI STUDENTI A CONOSCERE PREVENTIVAMENTE GLI EFFETTI DELLO SCIOPERO DEI PROFESSORI

Come può una professoressa tenere aperta l’iscrizione a un appello di esame nonostante lo sciopero alla cui proclamazione lei stessa ha partecipato, negando ai propri studenti l’informazione preventiva circa la propria partecipazione o no all’agitazione?


Risposta alla lettera della prof. Clizia Carminati pubblicata sul
Corriere della Sera il 31 agosto 2017 – Segue la replica della prof. Clizia Carminati, cui a mia volta rispondo – In argomento v. anche Sul preavviso di adesione individuale allo sciopero nei servizi pubblici essenziali     Continua…

CONTRATTAZIONE DECENTRATA NELLA SCUOLA PER SMONTARE LA GRANDE GABBIA SALARIALE

Per superare i gravissimi squilibri nella distribuzione del personale insegnante nel sistema scolastico italiano occorre consentire l’adattamento contrattato dei livelli retributivi alle differenze di costo della vita tra le regioni

.
Post pubblicato dalla Fondazione Anna Kuliscioff sul proprio sito il 27 luglio 2017 – In argomento v. anche il video dell’intervento di Andrea Ichino al Festival dell’Economia di Trento il 3 giugno 2016, 
Sul feticcio dell’uguaglianza nominale delle retribuzioni tra Nord e Sud; inoltre le slides della mia relazione a un convegno della Cisl Veneto, I paradossi e l’ingiustizia del contratto collettivo nazionale, del 1° luglio 2016     Continua…

LA RELAZIONE ANNUALE DEL GARANTE PER GLI SCIOPERI

“Appaiono ormai maturi i tempi per una riflessione, anche in sede legislativa, sull’opportunità di trovare dei sistemi di governo del conflitto che siano mutuati dai principi della democrazia rappresentativa e collegare, quindi, il potere di proclamazione dello sciopero, nel settore dei servizi pubblici essenziali, al raggiungimento di parametri di rappresentatività”


.
Testo della relazione svolta presso la Camera dei Deputati il 22 giugno 2017 dal Presidente della Commissione di Garanzia per gli scioperi nei servizi pubblici, professor Giuseppe Santoro Passarelli: se ne anticipano qui alcuni stralci particolarmente significativi – Segue il testo della relazione annuale della Commissione sull’andamento degli scioperi nei servizi pubblici essenziali e sul proprio operato – Sul tema dell’integrazione necessaria della disciplina legislativa della materia, v. anche la mia intervista al
Corriere della Sera del 18 giugno 2017     Continua…

SUI DANNI EVITABILI DELLO SCIOPERO NELLA SCUOLA

Anche l’astensione dal lavoro proclamata da sindacati minoritari, e persino quella cui non aderisce nessuno, producono disservizi gravi e costi per l’Amministrazione, che sarebbero tutti evitabili vincolando il personale a dichiarare in tempo utile la propria adesione o no

.
Lettera pervenuta il 17 giugno 2017 – In argomento v. anche, ultimamente,
Sciopero nei trasporti: una norma contro la dittatura delle minoranze       Continua…

SCIOPERO NEI TRASPORTI: UNA NORMA CONTRO LA DITTATURA DELLE MINORANZE

In un settore nel quale anche l’astensione di una piccola frazione dei lavoratori può bloccare un’intera azienda o categoria, ostacolando anche il lavoro di tutte le altre, ha senso introdurre una regola di democrazia sindacale che vincoli la proclamazione a un requisito maggioritario

.
Intervista a cura di Andrea Ducci, pubblicata sul
Corriere della Sera del 18 giugno 2017 – In argomento v. anche il disegno di legge 14 luglio 2017 n. 2006 mio e di altri 25 senatori Pd e del Gruppo delle Autonomie; inoltre Contro gli scioperi che mortificano la capitale agli occhi del mondo, proposta avanzata dai sostenitori di Giachetti nel corso della campagna elettorale per il Comune di Roma, 1° giugno 2016, e il mio editoriale telegrafico Per la difesa del diritto di sciopero, contro lo sciopero del 7,5 per cento, del 10 agosto 2015
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab