ALLA RICERCA DEL CENTROSINISTRA

In una democrazia competitiva, dove è il Governo la posta in gioco alle elezioni, la presenza di un soggetto politico a vocazione maggioritaria non è un’opzione tra le altre (come in troppi pensano oggi in seno al PD): è una precondizione sia per vincere le elezioni, sia per affrontare la prova del governo

.
Sintesi dell’intervento pronunciato a Orvieto, Assemblea nazionale di Libertà Eguale, 15 gennaio 2023 – Della stessa Assemblea v. anche la relazione introduttiva di Giorgio Tonini

Continua…

COME VOTERÒ IL 12 FEBBRAIO

Voterò per Majorino presidente, anche perché è lui che ha le maggiori probabilità di battere il candidato leghista Fontana – Per il Consiglio regionale, poiché voterò a Milano, Buccoliero e Bussolati


Nomi e note biografiche dei candidati
PD al Consiglio Regionale della Lombardia ai quali darò la preferenza, votando a Milano; e quelli ai quali avrei potuto dare la preferenza, se la mia residenza fosse stata nelle rispettive province Continua…

GIORGIO TONINI: ALLA RICERCA DEL CENTROSINISTRA

Gli errori politici che hanno portato alla sconfitta del 25 settembre – La visione, il programma, la leadership per l’opposizione di oggi e il ritorno a essere maggioranza di domani – La riforma istituzionale: perché appoggiare il “premierato” invece che il “presidenzialismo”

.
Slides utilizzate da Giorgio Tonini, membro della Presidenza di LibertàEguale, per la presentazione della sua relazione al convegno dell’associazione svoltosi a Orvieto il 14 gennaio 2023 – In argomento v. anche, su questo sito, l’intervista allo stesso Giorgio Tonini (allora presidente della Commissione Bilancio del Senato) pubblicata il 5 gennaio 2018 sul quotidiano
Dolomiti, con un commento di Stefano Ceccanti Continua…

LA FORZA DELLA LIBERTÀ SI FA SENTIRE

Tre anni fa era parso ad alcuni che i sistemi autocratici, Cina e Russia in particolare, si mostrassero meglio capaci di far fronte a crisi gravi come quella pandemica; oggi tutti i dati confermano invece la netta superiorità, su questo terreno come su diversi altri, dei sistemi liberal-democratici e una loro maggiore resilienza

.
Fondo di Angelo Panebianco pubblicato sul
Corriere della Sera il 4 gennaio 2023 e qui riprodotto per gentile concessione dell’Autore e dello stesso quotidiano – In argomento v. anche il mio articolo pubblicato su Linkiesta il 26 aprile 2022, Macron, Le Pen e il nuovo spartiacque politico fondamentale  Continua…

LE CINQUE RAGIONI D’ESSERE DEL PD

Le contrapposizioni novecentesche per il cui superamento il partito è nato: ciò che in parte non è stato ancora accettato dalla sua ala sinistra – Il mancato dialogo tra le due anime del partito e la necessità vitale che esso si riattivi se il partito vuole risorgere

.
Articolo pubblicato su
la Repubblica il 5 dicembre 2022 In argomento v. anche Un partito e due anime che non si parlano
Continua…

L’ECONOMIA, LA FINANZA E LA DEMOCRAZIA

La contraddizione in cui cade chi denuncia la pericolosità per la democrazia della finanza internazionale e al tempo stesso predica un aumento ulteriore del nostro debito pubblico

.
Una lettera al quotidiano Alto Adige sul mio editoriale telegrafico pubblicato il 23 ottobre, Il sovranismo e il deficit di bilancio, pubblicata a sua volta il 27 ottobre con la mia risposta – Segue una seconda lettera sullo stesso argomento, pubblicata il 29 ottobre, anche questa con la mia risposta
Continua…

PER CAPIRE MEGLIO COME SI COSTRUISCE LA PACE

“Bene che gli ucraini ricevano le armi di cui necessitano per respingere l’invasore, basta che sul pacco il nome del mittente non sia il mio” – La sola garanzia della pace è il modello liberal-democratico della società aperta

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 575, 7 novembre 2022 – In argomento v. anche Il bivio del voto sulle sanzioni all’Ungheria  Continua…

LA SINISTRA E LA DISPUTA SUL MERITO NELLA SCUOLA

La scuola non può essere fattore di uguaglianza sociale se non impara a valutare e premiare il merito molto più di quanto non lo faccia oggi; e il discorso riguarda, a ben vedere, allo stesso modo tutte le amministrazioni

.
Articolo pubblicato su
la Repubblica il 28 ottobre 2022 – In argomento v. anche Il Pd e i poveri
Continua…

IL SOVRANISMO E IL DEFICIT DI BILANCIO

L’eventuale pretesa dell’Italia di decidere “sovranamente” la propria politica di bilancio al di fuori dell’ordinamento europeo sarebbe seguita pressoché immediatamente dalla bancarotta

.
Editoriale telegrafico pubblicato il 16 ottobre 2022 sui quotidiani
Gazzetta di Parma, l’Adige e Alto AdigeIn argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 13 maggio 1919, Non c’è vera sovranità se non europea   Continua…

LA SCELTA DEL PD, NEL 2011, DI APPOGGIARE MONTI

Nel 2011 la finanza pubblica italiana era sull’orlo del default: era chiaro a tutti, dal Pd al PdL, che la situazione era drammatica e che per uscirne erano indispensabili misure politicamente possibili solo se prese da uno schieramento bi-partisan; andare alle elezioni anticipate in quella situazione sarebbe stata una follia

.
Intervista a cura di Lorenzo Giarelli
rilasciata il 24 agosto 2022, pubblicata parzialmente nel numero di settembre 2022 di Millennium, mensile del Fatto quotidiano – È online anche, in formato PDF, l’intero servizio nel quale l’intervista è stata inserita – In argomento v. pure La lettera della BCE al Governo italiano, del 5 agosto 2011
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab