UNA VIA D’USCITA DALLA GRANDE CRISI EUROPEA

L’agenda proposta da un europeista della prima ora per Francia, Germania, Italia e Spagna sul terreno dell’integrazione UE, dei rapporti con i Paesi dell’est candidati all’ingresso nell’UE e dei rapporti con USA e Russia

.
Appunti di Antonio Padoa-Schioppa (antonio.padoaschioppa@gmail.com), 21 giugno 2022 – In argomento v. anche, dello stesso A.P.S.,
Perché l’Europa Continua…

UN REFERENDUM INSENSATO

Perché è assurda la pretesa che 50 milioni di italiani capiscano significato e implicazioni di cinque quesiti come quelli che ci sono stati sottoposti – Il motivo per cui, tuttavia, sono andato a votare

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 568, 13 giugno 2022 – In argomento v. anche la scheda analitica sul contenuto dei cinque quesiti sui quali si è votato (pochissimo) ieri
Continua…

CARLO SMURAGLIA, UN MODELLO DI INTEGRITÀ E DI COERENZA

Partigiano, avvocato penalista in anni difficili, giuslavorista impegnato principalmente sul terreno dei diritti fondamentali della persona, presidente del Consiglio regionale lombardo, membro del CSM, senatore, presidente dell’ANPI,  sul piano istituzionale non ha mai derogato a un rigoroso criterio di imparzialità e trasparenza

.
31 maggio 2022 
Continua…

LA GUERRA E GLI SCHERZI DELLA GLOBALIZZAZIONE

Nonostante i comportamenti e i proclami reciprocamente aggressivi, ciascun Paese, Russia per prima, ha bisogno dello scambio commerciale con gli altri come dell’aria che respira – E lo scambio presuppone un ordinamento giuridico funzionante, che c’è e continua a funzionare nonostante lo scontro distruttivo in atto fra le parti contendenti

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 29 maggio 2022 – In argomento v. anche La Santa Madre Russia e l’Ovest demoniaco: ivi il link agli editoriali precedenti sullo stesso tema  
Continua…

COME VOTERÒ NEI REFERENDUM SULLA GIUSTIZIA DEL 12 GIUGNO

NO, innanzitutto, a un cattivo uso della democrazia diretta, quale rischia di essere questa consultazione; nel merito dei cinque quesiti, NO a quello sul “decreto Severino”; SÌ a quello sulla valutazione dei magistrati; SÌ a quello sulla separazione delle carriere, anche se sul punto è meglio la riforma attualmente in discussione in Parlamento

.
Scheda tecnica sul contenuto dei cinque quesiti referendari, nella quale indico molto sinteticamente il motivo del mio orientamento su ciascuno di essi – Sul quesito referendario in materia di eutanasia, che la Corte costituzionale ha bocciato nel febbraio scorso, v.
Ma quale eutanasia? Il (colpevole) inganno referendario Continua…

LA “SANTA MADRE RUSSIA” E L’OVEST DEMONIACO

Una pagina di Dostoevskji spiega la diffidenza radicata nella cultura russa contro il progresso che viene dall’ovest e la tendenza conseguente dei russi all’isolamento; ma è una scelta che essi oggi non possono compiere isolandosi anche dalla Cina, la quale intende invece mantenere saldi i propri legami commerciali col resto del mondo

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 15 maggio 2022 – In argomento v. anche, su questo sito, Il monito di Bastiat e la scelta che deve compiere la Cina Continua…

MACRON, LE PEN E IL NUOVO SPARTIACQUE POLITICO FONDAMENTALE

Non solo in Francia: anche in ogni altro Paese occidentale, come nel mondo arabo e in seno alla Federazione russa, assistiamo allo scontro tra sovranismo e società aperta, che nasce sul terreno politico, ma talvolta continua su altri terreni e con altri mezzi

.
Articolo pubblicato su
Linkiesta il 26 aprile 2022 – Tutti gli articoli dedicati allo stesso tema, pubblicati su questo sito nell’ultimo decennio sono raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale Continua…

SULLA QUESTIONE DELLA SPESA MILITARE

Se l’Ucraina è in grado di resistere all’invasione è solo perché l’intelligence USA ha saputo prevedere lucidamente l’aggressione, predisporre con anni di anticipo la fornitura di armi difensive sofisticate e organizzare l’addestramento necessario di chi oggi le sta usando con grande efficacia – Ma gli USA spendono in questo campo il doppio di noi

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 14 aprile 2022 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 14 marzo, Per merito della resistenza ucraina si sta forgiando l’autocoscienza della UE; e quello del 31 marzo 2014, A proposito di caccia (nel senso degli aerei) Continua…

LA NECESSITÀ URGENTE DI RINUNCIARE AL GAS RUSSO

“È l’unica arma che ci può consentire di evitare i rischi di una guerra lunga” dice Enrico Morando – “Gli europei non possono pensare di sconfiggere un avversario pronto a sopportare un calo del 20% del PIL, se non sono disposti a rischiare un calo del 2%” – Il valore strategico della ripresa di un programma energetico nucleare

.
Relazione svolta da Enrico Morando a Roma l’8 aprile 2022 in apertura della riunione della Presidenza di LibertàEguale – In argomento v. anche il mio fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma, La questione della spesa militare Continua…

LA REALTÀ È CHE PUTIN NON PUÒ FARE A MENO DELLO SCAMBIO COMMERCIALE

Per la Russia vendere gas e petrolio ai Paesi occidentali è una necessità vitale, più di quanto lo sia per noi comprarli: per questo la nostra disponibilità a rinunciarvi può essere decisiva nel braccio di ferro in atto

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 30 marzo 2022 – In argomento v. anche il mio editoriale del 20 marzo, Il monito di Bastiat e la scelta che deve compiere la Cina Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab