LA RESPONSABILITÀ DELLA CRISI ECONOMICO-FINANZIARIA NELLA QUALE L’ITALIA STA DI NUOVO CADENDO

I Governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni hanno operato sempre in accordo con la Commissione UE, conciliando il rispetto degli impegni assunti con una ripresa della crescita economica e dell’occupazione – Sono invece bastati gli annunci di esordio del Governo giallo-verde per innescare una crisi che rischia di avere conseguenze gravissime

.
Scambio di messaggi intercorso il 23 e 26 novembre 2018, seguito da un commento di Michelangelo Coltelli – In argomento v. anche la mia intervista del 22 settembre scorso su
La cultura della spesa pubblica come variabile indipendente Continua…

TASSARE I PATRIMONI È LA SOLUZIONE PER IL PROBLEMA DEL DEBITO?

È uno dei temi che dividono i candidati nel congresso Pd; ma gli italiani stanno già pagando una salatissima “patrimoniale virtuale” per  effetto degli annunci inconsulti del Governo M5S-Lega

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 489, 26 novembre 2018 – In argomento v. anche l’articolo di A. Alesina e F. Giavazzi di cinque anni fa, Forza, vendere e giù le tasse  Continua…

IL LIBERISMO CHE SERVE AI DEBOLI

È di sinistra la scelta di una crescita per ridurre le povertà. Anche da questa riflessione dovrebbe partire una forza come il Pd che si avvia al proprio congresso

.
Fondo di Alberto Alesina e Francesco Giavazzi pubblicato sul
Corriere della Sera il 17 novembre 2018 – In argomento v. anche il fondo degli stessi Autori, sul Corriere della sera del 22 febbraio 2017, Le cose di sinistra di cui la sinistra ha paura Continua…

PERCHÉ NON GIOISCO SE IL GOVERNO CADE ORA

Quando i demagoghi vanno al potere, i loro stessi programmi irrealizzabili diventano la loro punizione; ma perché questo avvenga occorre che restino al potere almeno il tempo necessario per esser messi alla prova

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 488, 12 novembre 2018 – In argomento v. anche l’editoriale telegrafico della settimana scorsa: L’imprudenza, la presunzione e la cattiva politica Continua…

L'”EUROPA DI TUTTI I GIORNI” E I SUOI CITTADINI UN PÒ “VIZIATI”

Nel grande dibattito sulla UE si parla troppo poco degli aspetti della sua vita che stanno funzionando molto bene: aumentano gli scambi commerciali, la mobilità dei lavoratori e degli studenti – Diamo per scontati tutti i benefici che ce ne derivano, a cominciare dalla pace nel continente, dimenticando che non lo sono affatto

.
Fondo di Maurizio Ferrera pubblicato sul
Corriere della Sera del 7 novembre 2018 – In argomento v. anche l’articolo di Roberto Casati del 1° ottobre 2017, La guerra che fu, e oggi l’Europa; inoltre quello di Enrico Morando e Giorgio Tonini del 19 gennaio 2018, La scelta “indipendentista” e quella europeista Continua…

DONALD E GLI AYATOLLAH: MOLTE OMBRE MA ANCHE UNA PICCOLA LUCE NEL VOLTAFACCIA USA

Molto probabilmente la disdetta del trattato con l’Iran è un grave errore; ma nella svolta trumpiana c’è anche un piccolo, paradossale, aspetto positivo

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 488, 12 novembre 2018 – In argomento v. anche Sette appunti telegrafici su Trump e noi Continua…

L’IMPRUDENZA, LA PRESUNZIONE E LA CATTIVA POLITICA

Alle prese con la dura realtà, i Cinque Stelle si scoprono ogni giorno più incapaci di mantenere le proprie (temerarie) promesse elettorali

.
Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 487, 29 ottobre 2018 – In argomento v. anche Deficit al 2,4%: non è fattibile, ma il solo annuncio fa già danni gravi Continua…

LE QUATTRO QUESTIONI CRUCIALI DELLA SCELTA EUROPEISTA

Una UE alleata degli USA o della Russia? Capace di governare i flussi di immigrazione, e come? Capace di indennizzare i perdenti della globalizzazione, e come? Per quale crescita economica, e finanziata come?

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 487, 29 ottobre 2018 – Tutti gli scritti (i miei primi due risalenti al 2012) e i documenti pubblicati in passato sul tema di questo editoriale telegrafico sono raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale Continua…

SE LA CASSA INTEGRAZIONE È USATA CONTRO L’INTEGRAZIONE EUROPEA

Il ritorno all’abuso di questo ammortizzatore sociale nei casi di chiusura dell’azienda, incoerente anche con la logica del “reddito di cittadinanza”, assistenza universale che dovrebbe assorbire tutte le altre, può spiegarsi solo come un messaggio politico di drastica inversione rispetto al percorso concordato tra Italia e UE negli ultimi anni

.
Articolo pubblicato il 18 ottobre 2018 su lavoce.info – In argomento v. pure Se Di Maio ripristina la Cassa integrazione per le aziende che chiudono Continua…

ZINGARETTI APRE LE DANZE DEL CONGRESSO PD

Il senso del sostegno di Gentiloni al governatore del Lazio per la segreteria del Pd e il crinale rispetto al quale prima o poi lo stesso candidato dovrà scoprire le proprie carte

.
Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 486, 15 ottobre 2018 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico di un anno fa, Paradossi di fine legislatura Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab