CHE COSA OCCORRE CAMBIARE NEL NOSTRO SISTEMA DI RELAZIONI INDUSTRIALI, E PERCHÉ
“Sgabbiare” la contrattazione nell’impresa è indispensabile per un migliore collegamento fra retribuzione e performance aziendale e per consentire la scommessa comune dei lavoratori con l’imprenditore sul piano industriale più innovativo: leggi la mia intervista ad Adn Kronos del 21 agosto.

DAI DATI INPS UNA CONFERMA DELLA BONTÀ DEGLI EFFETTI DEL JOBS ACT
È evidente che la scossa c’è stata, il mercato del lavoro si è rimesso in moto, e le assunzioni a tempo indeterminato sono fortemente aumentate. Ma perché si verifichi anche un netto aumento del tasso di occupazione non bastano certo i primi cinque mesi trascorsi dall’entrata in vigore di metà della riforma: leggi la mia intervista al Giornale di Sicilia dell’11 agosto.

Portale della Semplificazione e della Flexsecurity

SINDACATI CONTRO I CITTADINI: SALTA IL PRIMO GIORNO DI SCUOLA
L’assemblea sindacale di quattro ore convocata per l’inizio dell’anno scolastico è l’emblema di un sindacato al quale della scuola pubblica, degli studenti e dei cittadini in generale non interessa più che tanto: leggi la mia intervista al Corriere Fiorentino dell’8 agosto e il mio editoriale telegrafico per la Nwsl n. 357.

CHE COSA PENSO DELLA PASTORALE DEL LAVORO DI FRANCESCO I
Piena concordanza con quanto il Papa afferma in tema di etica del lavoro; forte perplessità sugli interventi dei vescovi Galantino e Bagnasco su temi che attengono all’autonomia della sfera politica e legislativa: leggi il messaggio di una lettrice con la mia articolata risposta.

Trasparenza e Valutazione nelle p.a.

LA DILIGENZA DEL PROFESSORE E LA LIBERTÀ DI INSEGNAMENTO
Un insegnante non può non amare il proprio lavoro, e ancor meno può essere incapace di svolgerlo; ma nella scuola pubblica entrambe le cose sono largamente tollerate. Leggi in proposito il messaggio di una lettrice e la mia risposta.

L’E-BOOK DI MARAN SULLA SUA LUNGA BATTAGLIA LIBERAL-DEMOCRATICA
Eletto nel 2013 al Senato nella lista SC del Friuli V.G. e nel febbraio 2015 confluito, con tutto il Gruppo SC, nel Gruppo Pd, di cui nel luglio scorso è stato eletto vicepresidente, Alessandro Maran mette ora on line un E-Book che, sotto il titolo Una lunga fedeltà. La fatica di Sisifo di chi vuole cambiare le cose, raccoglie e riordina in undici capitoli tutti i suoi interventi e articoli degli ultimi anni, con l’aggiunta di una prefazione di Antonio Funiciello e un interessante saggio introduttivo: Il bufalo e la locomotiva.

..

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella sita in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato al 2012 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 125 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 470 articoli pubblicati dal 1994 su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore ed Europa – e i 55 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), le più sostanziose tra le innumerevoli interviste pubblicate dal 2000 su giornali o riviste e una ampia selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 26 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

“Ho dedicato tutta la mia vita adulta a studiare i problemi del lavoro e delle relazioni industriali, a elaborare possibili soluzioni, a farne oggetto di commento anche per il grande pubblico. Lo ho fatto conservando sempre un legame affettivo e culturale profondo con il movimento sindacale, ma conservando anche la mia assoluta indipendenza di giudizio. Nel 2008 ho accettato il mandato parlamentare nelle liste del Pd, che avevo contribuito a fondare, assumendo due impegni: verso questo partito, la massima lealtà nel voto; verso i miei lettori ed elettori, continuare a dire, scrivere e proporre in modo chiaro e diretto tutto quello che penso. Mi sembra di avere adempiuto in modo rigoroso e del tutto trasparente entrambi questi impegni, fino allo scioglimento della 16ma. Nella 17ma, che si è aperta il 15 marzo 2013, mi propongo di continuare il lavoro politico a sostegno delle stesse mie idee e proposte nella formazione politica nuova che è nata a sostegno della strategia europea disegnata per l’Italia da Mario Monti”.

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo; e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it. Sarò grato a chi si avvarrà di questa facoltà se riterrà di avvertirmene, anche soltanto mediante un messaggio email.