Giustizia lenta 4PERCHÉ LA GIUSTIZIA DECIDE DI RIMANERE LENTA?
Il ministero della Giustizia deve spiegare il motivo per cui rifiuta uno strumento organizzativo che gli viene offerto gratis e che consentirebbe un formidabile miglioramento del funzionamento degli uffici giudiziari. Leggi l’articolo di mio fratello Andrea e mio pubblicato oggi sul Corriere della Sera.

Occupazione 2017LAVORO: I RISULTATI OTTENUTI E QUEL CHE RESTA DA FARE
Una lettura non faziosa dei risultati ottenuti dalle politiche del lavoro dell’ultimo triennio e uno sguardo sul molto che c’è ancora da fare: leggi la mia ampia intervista in corso di pubblicazione sul bimestrale della Fnp-Cisl Contromano. Sui dati in materia di occupazione stabile e termine v. anche il commento a cura di Claudio Negro sull’ultimo numero di Mercato del lavoro news.

Gd Bologna“FACCIAMO UN OCCHIO NERO ALLA FIOM”
Il risultato del referendum sull’accordo aziendale alla Gd di  Bologna, con poco meno della metà dei voti per il “no”, probabilmente non dipende dal contenuto dell’intesa (eccellente): è un voto contro l’establishment sindacale, analogo a quello dei lavoratori della Nissan di Sunderland per la Brexit, o a quello dei catalani per una folle scelta indipendentista: leggi la mia intervista a la Repubblica di giovedì. Segue una lettera dall’interno dell’azienda che propone una visione della vicenda parzialmente diversa.

Vai al portale della riforma del lavo

Segreto 1LA NUOVA DISCIPLINA DEL SEGRETO IN AZIENDALE
Una disposizione integra la disciplina dell’obbligo di segreto con una specificazione della giusta causa di rivelazione: per la quale non basta l’intendimento meritevole di tutela, ma occorre anche l’adozione di modalità strettamente coerenti con quell’intendimento. È on line il testo dell’emendamento inserito dal Senato nella legge sul c.d. whistleblowing (oltre a quello di due dei miei interventi in Aula e uno del sen. Malan).

Umbrella companies 1IL DISEGNO DI LEGGE PER I PLATFORM WORKERS CAMMINA
Sono on line le diapositive con cui nei giorni prossimi presenterò in diverse sedi questa iniziativa legislativa. Nel frattempo ne ho discusso con i responsabili di Smart-it e di due grandi piattaforme digitali, per mettere a punto il testo legislativo (il quale resta aperto a modifiche fino alla fine di ottobre: eventuali suggerimenti per il suo miglioramento sono sempre graditissimi).Trasparenza e Valutazione nelle p.a.

 

ballottaggio-450x340DA “DESTRA/SINISTRA” A “CHIUSO/APERTO”
Il partito del “No” a tutto – dall’euro al TAV, dai trattati sul commercio intercontinentale alle trivelle e ai vaccini – e dei muri alla frontiera ha i popri adepti a sinistra come a destra; lo stesso può dirsi dei sostenitori dell’integrazione Europea, che oggi è la scelta da cui tutte le altre dipendono. Leggi un’intervista a Benedetto Dalla Vedova su la Repubblica e la proposta di un lettore e la risposta di Aldo Cazzullo.

Il prof. Maurizio Ferrera

Il prof. Maurizio Ferrera

LE VERE CAUSE DELLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE
Perché la transizione scuola-lavoro in Italia è tanto più lunga rispetto ai Paesi del nord-Europa e del nord-America. Il ruolo della famiglia e il difetto gravissimo del servizio di orientamento scolastico e professionale: leggi l’articolo di Maurizio Ferrera sul Corriere della Sera di martedì. Dello stesso Maurizio Ferrera leggi anche il commento condivisibilissimo sulle manifestazioni studentesce contro l’alternanza scuola-lavoro, pubblicato sul Corriere di sabato: è questa una misura che potrebbe essere utilissima, realizzata però in modo affrettato e persino avventato, col rischio di diventare controproducente.

*   *   *

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter settimanale chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato a tutto il 2016 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 140 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 800 articoli pubblicati dal 1994 su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

“Ho dedicato tutta la mia vita adulta a studiare i problemi del lavoro e delle relazioni industriali, a elaborare possibili soluzioni, a farne oggetto di commento anche per il grande pubblico. Lo ho fatto conservando sempre un legame affettivo e culturale profondo con il movimento sindacale, ma conservando anche la mia assoluta indipendenza di giudizio. Nel 2008 ho accettato il mandato parlamentare nelle liste del Pd, che avevo contribuito a fondare, assumendo due impegni: verso questo partito, la massima lealtà nel voto; verso i miei lettori ed elettori, continuare a dire, scrivere e proporre in modo chiaro e diretto tutto quello che penso”.

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it. Sarò grato a chi si avvarrà di questa facoltà se riterrà di avvertirmene, anche soltanto mediante un messaggio email.