TribunaleLICENZIAMENTI – 1. lL CROLLO DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE
Dal 2012 le cause di lavoro si sono ridotte di un terzo, quelle in materia di recesso del datore o di contratti a termine si sono ridotte di oltre due terzi. Sul significato di questo fenomeno, fino a ieri ignoto nelle sue enormi dimensioni alla stessa amministrazione della Giustizia, leggi il mio articolo pubblicato sabato sul Corriere della Sera. Ivi anche le tabelle con i dati, materia per materia.

Job Property

Checco Zalone nel film Quo Vado

LICENZIAMENTI – 2. A CHE COSA SERVE LA RIFORMA
Il fatto che la regola generale ora sia l’indennizzo e non la reintegrazione, nei casi in cui il giudice considera l’espulsione del lavoratore sproporzionata rispetto alla mancanza (come all’esigenza economico-organizzativa del datore), limita i danni prodotti dalla cultura tutta italiana della job property: per convincersene basti considerare la decisione del Tribunale di Massa commentata nel mio primo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 425.

Vai al portale della riforma del lavo

Bersani e D'AlemaBERSANI E D’ALEMA: SCISSIONE ANCHE DA LORO STESSI?
I due leader della minoranza che stanno (forse) meditando di staccarsi dal Pd sarebbero costretti da questa scelta a rinnegare il proprio impegno passato per la modernizzazione della sinistra: leggi il mio secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 425.

Del Conte Poletti e Pirrone

Presidente, Direttore generale dell’Anpal e ministro del Lavoro

RICOLLOCAZIONE: L’ANPAL MOSTRI DI ESSERE COSA DIVERSA DALLA BUROCRAZIA MINISTERIALE
Bene l’avvio sperimentale dell’erogazione dell’assegno di ricollocazione, ma occorre sostituire all’approccio burocratico il metodo del performance management: leggi il mio terzo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 425.

Trasparenza e Valutazione nelle p.a.

 

 

Manifestanti contro il CETA davanti al Parlamento Europeo

Manifestanti contro il CETA davanti al Parlamento Europeo

CHI OCCUPA I VUOTI LASCIATI DA TRUMP
La Cina, cui fa sponda l’Australia, si sta mostrando molto lesta nell’occupare gli spazi lasciati aperti dal rifiuto dei trattati di libero commercio da parte del nuovo Governo statunitense. E intanto l’Europarlamento lancia a Trump un messaggio molto chiaro, approvando il trattato CETA con il Canada. Leggi l’articolo di Alessandro Maran pubblicato mercoledì su l’Unità.

Ceta 1IL CETA TRA REALTÀ E FALSE SUGGESTIONI
Una secca e documentata smentita delle notizie su pretesi pericoli per la salute o per altri diritti fondamentali degli europei, derivanti dal trattato di libero scambio con il Canada: leggi l’articolo di Manlio Frigo, professore di diritto internazionale nell’Università di Milano, pubblicato venerdì sul sito l’Huffington Post.

Rosanna Filippin

La sen. Rosanna Filippin

BOTTA E RISPOSTA SU QUANTO LAVORANO I SENATORI
A seguito dell’uscita della senatrice Paola Taverna, M5S, che ha accusato i senatori della maggioranza di essere dei nullafacenti, la collega Rosanna Filippi risponde in modo dettagliato. Scarica il video della sen. Rosanna Filippin.

.

SE APPREZZI QUESTO SERVIZIO, COLLABORA ALLA SUA DIFFUSIONE
Agli amici che apprezzano i contenuti di questo sito e della sua Newsletter settimanale chiedo di cooperare ad allargare il novero delle persone che ne usufruiscono, iscrivendo alla mailinglist i parenti, colleghi di lavoro, vicini di casa o conoscenti che possano esservi interessati (è semplicissimo: v. qui sotto come si fa). Nessun timore di duplicare l’iscrizione: il sistema è programmato per eliminare automaticamente i doppioni.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella che si trova in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato al 2015 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 140 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 750 articoli pubblicati dal 1994 su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore, il Foglio ed Europa – e i 60 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), una selezione delle numerosissime interviste pubblicate dal 2000 su giornali o riviste e una selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 29 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.

“Ho dedicato tutta la mia vita adulta a studiare i problemi del lavoro e delle relazioni industriali, a elaborare possibili soluzioni, a farne oggetto di commento anche per il grande pubblico. Lo ho fatto conservando sempre un legame affettivo e culturale profondo con il movimento sindacale, ma conservando anche la mia assoluta indipendenza di giudizio. Nel 2008 ho accettato il mandato parlamentare nelle liste del Pd, che avevo contribuito a fondare, assumendo due impegni: verso questo partito, la massima lealtà nel voto; verso i miei lettori ed elettori, continuare a dire, scrivere e proporre in modo chiaro e diretto tutto quello che penso”.

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo (salvo diverso accordo con me); e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it. Sarò grato a chi si avvarrà di questa facoltà se riterrà di avvertirmene, anche soltanto mediante un messaggio email.