COME VOTEREBBERO DAMIANO E FASSINA SE FOSSERO IN GRECIA?
L’aut aut del referendum ellenico aiuta a chiarire anche i termini della questione fondamentale della politica nostrana: non si può fare i keynesiani (e neppure gli spendaccioni) con i soldi degli altri. Leggi il mio editoriale telegrafico per la Nwsl n. 352.

DIALOGO TRA ECONOMISTI E GIURISTI SUGLI EFFETTI REALI DEL JOBS ACT
Nelle relazioni di Pietro Garibaldi e mia, introduttive di un convegno straordinariamente intenso e serrato promosso a Lucca dalla Fondazione Giuseppe Pera, gli indici e i criteri in base ai quali potremo valutare l’impatto effettivo della riforma del lavoro sul funzionamento del mercato del lavoro, sul comportamento di imprenditori e lavoratori, sugli orientamenti giurisprudenziali: scarica le slides delle due relazioni.

Portale della Semplificazione e della Flexsecurity

LA MIA RELAZIONE SUL DECRETO IN MATERIA DI CIG
Un decreto scritto bene
, che va integrato con una norma semplice e chiara di disciplina civilistica generale della sospensione del lavoro. Resta inadempiuta la delega in materia di riduzione del contributo con cui la Cig si finanzia. La questione dei contratti di solidarietà c.d. “espansivi”. Su questo schema di decreto è on line la relazione che ho presentato alla Commissione Lavoro del Senato giovedì.

L’ALA SINISTRA DEL PD, CHE PERDE PIUME, E QUELLA LIBERAL
A un amico lettore che sollecita la costituzione di una “corrente liberal” in seno al Pd, rispondo che una associazione liberal-democratica c’è già da tempo, funziona a pieno ritmo, ed è bene che non si qualifichi come “corrente” del Pd, anche se oggi è composta per la quasi totalità da dirigenti e militanti di questo partito.

P.A.: LA SENTENZA DELLA CONSULTA NON GENERA UN “DIRITTO AL CONTRATTO”
Nel mio editoriale telegrafico dell’8 giugno scorso spiegavo che sopprimere un divieto di contrattazione nel settore pubblico non implica certo il sorgere di un obbligo: il principio contrattualistico implica che ciascuna delle parti sia libera anche di non contrattare: che quindi non esista alcun “diritto al contratto”.

Trasparenza e Valutazione nelle p.a.

REDDITO MINIMO: QUATTRO PROGETTI A CONFRONTO
Dal progetto del M5S a quello della Regione Lombardia, dalla proposta del presidente dell’Inps Tito Boeri di un sostegno per gli ultracinquantenni disoccupati alla proposta cui sto lavorando, di una misura universale fortemente mirata al reinserimento al lavoro del percipiente e  alla scolarizzazione dei figli: scarica il documento di lavoro del gruppo Tortuga del Circolo Pd Econdem Milano Europea.

IL BUROCRATE PIGRO E IL CITTADINO CIRENEO
Nei Paesi più civili del nostro, quando il documento necessario per una pratica amministrativa può essere reperito d’ufficio, esso non può essere richiesto al cittadino interessato. Non così (in linea di fatto) a sud delle Alpi: leggi la lettera di un esponente di LibertàEguale di Brescia, a seguito del mio articolo sulla “manina sapiente che cambia le leggi”, con la mia risposta.

.

COME CI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER (E CI SI CANCELLA)
L‘inserimento di un nuovo indirizzo si fa digitandolo nella apposita finestrella sita in ogni pagina del sito, in alto a destra. La cancellazione, invece, si ottiene cliccando sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter.

I MIEI SCRITTI DAL 1974 A OGGI
Nell’Archivio collegato al sito – aggiornato al 2012 – sono disponibili nel loro testo integrale tutti i 125 saggi pubblicati dal 1974 su riviste di diritto del lavoro, i circa 470 articoli pubblicati dal 1994 su quotidiani – prevalentemente sul Corriere della Sera, ma numerosi anche su l’Unità, il Sole 24 Ore ed Europa – e i 55 articoli del Gitario (rubrica di trekking e mountain bike sulle Alpi Apuane), le più sostanziose tra le innumerevoli interviste pubblicate dal 2000 su giornali o riviste e una ampia selezione delle slides utilizzate per lezioni, relazioni e comunicazioni a convegni. La ricerca può essere compiuta mediante parole-chiave, oppure parole contenute nel titolo o sottotitolo. Dei 26 libri di diritto del lavoro pubblicati dal 1975 a oggi sono disponibili gli indici; e di quelli fuori commercio anche il testo integrale.
ichino-home.jpg

“Ho dedicato tutta la mia vita adulta a studiare i problemi del lavoro e delle relazioni industriali, a elaborare possibili soluzioni, a farne oggetto di commento anche per il grande pubblico. Lo ho fatto conservando sempre un legame affettivo e culturale profondo con il movimento sindacale, ma conservando anche la mia assoluta indipendenza di giudizio. Nel 2008 ho accettato il mandato parlamentare nelle liste del Pd, che avevo contribuito a fondare, assumendo due impegni: verso questo partito, la massima lealtà nel voto; verso i miei lettori ed elettori, continuare a dire, scrivere e proporre in modo chiaro e diretto tutto quello che penso. Mi sembra di avere adempiuto in modo rigoroso e del tutto trasparente entrambi questi impegni, fino allo scioglimento della 16ma. Nella 17ma, che si è aperta il 15 marzo 2013, mi propongo di continuare il lavoro politico a sostegno delle stesse mie idee e proposte nella formazione politica nuova che è nata a sostegno della strategia europea disegnata per l’Italia da Mario Monti”.

Contatto e-mail: ichino@pietroichino.it

.

AVVERTENZA IN MATERIA DI PROPRIETÀ LETTERARIA
I miei scritti disponibili su questo sito sono copy-free: possono dunque essere singolarmente riprodotti on line o su carta, anche senza mia autorizzazione specifica, purché ne vengano mantenuti inalterati il contenuto e il titolo; e a condizione che, sotto il titolo stesso, venga inserita per esteso la dicitura: “tratto dal sito www.pietroichino.it. Sarò grato a chi si avvarrà di questa facoltà se riterrà di avvertirmene, anche soltanto mediante un messaggio email.