SE M5S E FI SI RASSEGNANO AL “GOVERNO DEL PRESIDENTE”

Le maggiori forze di opposizione possono permettersi di rifiutare una legge elettorale maggioritaria perché accettano tutto sommato volentieri la prospettiva che al dunque sia Mattarella a risolvere il problema del governo, assumendosi tutte le responsabilità

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 450, 17 settembre 2017 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del gennaio scorso su Forza Italia di fronte a un bivio e quello del settembre 2016, Molta confusione di idee nel M5S                Continua…

È DAVVERO “MASOCHISMO” QUELLO DELLA POLITICA ITALIANA?

Incomprensione e insoddisfazione nei confronti del Parlamento nascono dalla sfasatura tra la vecchia immagine ideologica ancora coltivata dai partiti e lo schema del comportamento politico di fatto dominante in concreto

.
Primo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 448, 7 agosto 2017 – In argomento v. anche gli altri interventi e documenti raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale   Continua…

ANCORA SUI VITALIZI: LA TRASPARENZA MANCATA

La democrazia si fonda sulla trasparenza, all’opposto del potere autoritario che si fonda sugli arcana imperii; ma di questi ultimi talvolta anche il potere democratico ha qualche nostalgia

.
Secondo editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 448, 3 agosto 2017 – In argomento v. anche i due editoriali telegrafici della settimana precedente: I vitalizi che alimentano l’odio anticasta e Chi li ha bloccati davvero e chi conserva i privilegi     Continua…

COME FUNZIONA IL SENATO E QUANTO COSTA

Continua una forte riduzione dei costi di funzionamento della Camera alta, a partire da quelli relativi alle indennità e al trattamento previdenziale dei senatori – I problemi aperti e le prospettive

Estratto dal resoconto stenografico della seduta pomeridiana del 1° agosto 2017, relativo agli interventi del presidente della Commissione Bilancio Giorgio Tonini e del questore Antonio De Poli – In argomento v. anche, però, Ancora sui vitalizi: la trasparenza mancata  Continua…

SULLA QUESTIONE DEI VITALIZI IL M5S RIVENDICA UN PROPRIO MONOPOLIO

Come il gruppo dei grillini ha cercato di impedire al presidente del Gruppo dei senatori Pd di esporre la posizione del partito di maggioranza sui tempi e i modi dell’intervento legislativo di allineamento del trattamento pensionistico dei parlamentari a quello della generalità dei lavoratori

.
Resoconto stenografico dell’intervento di Luigi Zanda nella seduta antimeridiana del Senato del 1° agosto 2017
– In argomento v. anche i miei due editoriali telegrafici della settimana precedente: I vitalizi che alimentano l’odio anticasta e Chi li ha bloccati davvero e chi conserva i privilegi      Continua…

Continua la lettura..
-->

NEL DIBATTITO POLITICO ITALIANO MANCA L’EUROPA

Le incertezze attuali, su questo tema, di Pd e FI tolgono voce alla parte dell’opinione pubblica che attribuisce al processo di integrazione europea valore prioritario per guarire le piaghe storiche del nostro Paese

.
Parte finale dell’articolo di Stefano Folli pubblicato su
la Repubblica del 29 luglio 2017 – Gli altri documenti e interventi in argomento sono raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale    Continua…

FISCAL COMPACT, GUAI SE SI TORNA INDIETRO!

Critica della proposta di Matteo Renzi di “ritornare a Maastricht”, sul piano politico e su quello economico

.
Articolo di Giorgio Tonini, presidente della Commissione Bilancio del Senato, pubblicato sul
Foglio il 18 luglio 2017 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico della settimana precedente, Perché sul deficit e il debito pubblico Matteo sbaglia      Continua…

UN PO’ DI FACT CHECKING SUL CETA

Una risposta precisa alle preoccupazioni manifestate dagli oppositori, una smentita secca di una serie di informazioni false che vengono diffuse contro questo accordo, esempio di una globalizzazione regolata ed equilibrata

.
Documento del Servizio Studi del Senato sul
Comprehensive Economic and Trade Agreement, a cura di Patrizia Borgna, 16 giugno 2017, in formato testo, scaricabile anche in formato pdf – In argomento v. anche il mio articolo pubblicato sul Corriere della sera il 27 giugno 2017, Le paure infondate per l’accordo tra UE e Canada e gli ulteriori documenti ad esso linkati       Continua…

LA POLITICA CHE OCCORRE PER UN’ITALIA EUROPEA

Se vogliamo contribuire a trasformare la collaborazione franco-tedesca in un progetto comunitario, dobbiamo uscire dalle prossime elezioni con una coalizione maggioritaria (perché trasversale) a favore dell’Europa: cioè far sì che si aggreghino tutte le forze e i leader che si riconoscono in un’Italia europea

.
Editoriale di Sergio Fabbrini, professore di Scienza politica alla LUISS, pubblicato sul
Sole 24 Ore il 25 giugno 2017 – In argomento v. anche gli interventi e i documenti raccolti nel portale Il nuovo spartiacque della politica mondiale    Continua…

BREXIT: UN ANNO DOPO ANCHE IN UK APPARE PIÙ APPEALING IL REMAIN

La constatazione, cui l’opinione pubblica britannica verrà prima o poi costretta, che i costi dell’uscita  dalla UE sono molto più alti di quelli di una – pur mortificante – retro-marcia costituirà una lezione politica preziosa per tutti

.
Editoriale telegrafico per la
Nwsl n. 442, 23 giugno 2017, nell’anniversario dello sciagurato referendum del 2016 – In argomento v. anche Perché la Brexit ha già perso    Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab