IL DECRETO CONTRO L’ASSENTEISMO FRAUDOLENTO: RELAZIONE E OSSERVAZIONI DELLA COMMISSIONE LAVORO

IL DECRETO COSTITUISCE UNA POSITIVA ANTICIPAZIONE PARZIALE DI QUELLO CON CUI VERRÀ ADEMPIUTA LA DELEGA PER LA RISCRITTURA DEL TESTO UNICO DELL’IMPIEGO PUBBLICO, MA SAREBBE OPPORTUNO CHE ESSO ALLARGASSE IL PROPRIO OGGETTO DAL SOLO ASSENTEISMO FRAUDOLENTO ALL’INTERO TEMA DELL’ASSENTEISMO ABUSIVO

Testo della relazione alla Commissione Lavoro e Politiche sociali del Senato sullo schema di decreto attuativo della delega contenuta nell’articolo 17, comma 1, lettera s), della legge n. 124/2015, in materia di contrasto all’assenteismo fraudolento nelle amministrazioni pubbliche, svolta il 3 maggio 2016 – Segue il testo delle osservazioni sullo schema di decreto, che, su proposta del relatore, la Commissione lavoro ha approvato all’unanimità il 10 maggio 2016 Continua…

PROPOSTA PER IL 1° MAGGIO 2017: AL CENTRO IL LAVORO E NON LE CHIACCHIERE

UNA GIORNATA NELLA QUALE I LAVORATORI NON SCOMPAIANO, MA AL CONTRARIO SI PRENDANO DAVVERO LA SCENA

Articolo pubblicato sul quotidiano il Foglio del 3 maggio 2016 – In argomento v. anche Primo Maggio: non è ancora una festa di tutti gli italiani: ivi i link ad altri documenti sul tema Continua…

IL GRANDE FARDELLO: IL GANCIO CHE FRENA L’USCITA DELL’ITALIA DALLA CRISI

UNA GRANDE POTENZIALITÀ INESPRESSA, IMBRIGLIATA E CONDIZIONATA DA UN SISTEMA DI REGOLE E VINCOLI SOFFOCANTI, GOVERNATO DA UNA BUROCRAZIA AUTOREFERENZIALE E IN LARGA PARTE IRRESPONSABILE

Sintesi del Rapporto Italia 2015 Eurispes, 30 aprile 2016 Continua…

IL SOTTOSVILUPPO CHE HA RADICI IN UNA CULTURA SBAGLIATA

È QUELLA ALIMENTATA DA UN GOVERNO REGIONALE CHE AI GIOVANI SA OFFRIRE SOLTANTO IL PEGGIORE ASSISTENZIALISMO E DA UNA UNIVERSITÀ CHE GLI FA COLPEVOLMENTE SPONDA

Editoriale telegrafico per la Nwsl n. 390, 27 aprile 2016 Continua…

IL PARERE DEL CONSIGLIO DI STATO SUL DECRETO ANTI-ASSENTEISMO

L’ORGANO CONSULTIVO RILEVA L’ECCESSIVA SEVERITÀ DELLA NORMA CHE COMMINA IL LICENZIAMENTO AL DIRIGENTE CHE NON LICENZIA L’ASSENTEISTA FRAUDOLENTO – LA SI PUÒ SOSTITUIRE CON UNA CHE IMPONGA LA RIMOZIONE DEL RESPONSABILE INCAPACE DI OTTENERE UN TASSO DI ASSENZE ALLINEATO A QUELLO DEL SETTORE PRIVATO

Testo integrale e sintesi del parere espresso dal Consiglio di Stato il 16 marzo 2016 sullo schema di decreto legislativo presentato dal Governo sulla disciplina relativa alla responsabilità disciplinare dei dipendenti pubblici – In argomento v. anche Quando i giudici sono corresponsabili del lassismo nel settore pubblico, in riferimento al caso dell’autista dell’Azienda dei Trasporti romana licenziato per assenteismo fraudolento, ma assolto dal giudice penale nonostante l’evidenza del reato
Continua…

CASO REGENI: LA PRIVACY AL SERVIZIO DEGLI ARCANA IMPERII

NON ILLUDIAMOCI CHE L’ “OPACITÀ DA PRIVACY” SIA CONFINATA SULLA SPONDA MERIDIONALE DEL MEDITERRANEO: PUR SE IN MINOR MISURA E A PROTEZIONE DI CRIMINI MENO ORRENDI, IN QUELLA OPACITÀ CI RISPECCHIAMO QUOTIDIANAMENTE ANCHE NOI

Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 387, 10 aprile 2016 Continua…

I CONTRATTI COLLETTIVI CHE PROTEGGONO I DISONESTI NELLE REGIONI E NEI COMUNI

NON CI SI PUÒ STUPIRE CHE I DIPENDENTI PUBBLICI NON VENGANO LICENZIATI NEPPURE QUANDO COMMETTONO REATI GRAVI, COME LA CONCUSSIONE, O LA MOLESTIA SESSUALE NEI CONFRONTI DI ALTRI DIPENDENTI, POICHÉ A PROTEGGERLI SONO I CODICI DISCIPLINARI NEGOZIATI ALL’ARAN ANNI OR SONO

Nota tecnica sui codici disciplinari contenuti nei contratti collettivi attualmente in vigore per i dirigenti (22 febbraio 2010) e per gli impiegati (11 aprile 2008) delle Regioni e Autonomie locali, 29 febbraio 2016 – Si riferisce a questi contratti collettivi il comunicato diffuso il 29 febbraio 2016 dalla ministra della Funzione Pubblica Marianna Madia sulla necessità urgente di cambiare queste disposizioni collettive, che paralizzano il potere disciplinare nelle amministrazioni pubbliche, riducendolo a una appendice della giustizia penale Continua…

QUANDO I GIUDICI SONO CORRESPONSABILI DEL LASSISMO NEL SETTORE PUBBLICO

NON SARÀ MAI LA SOLA REPRESSIONE A SRADICARE L’ASSENTEISMO ABUSIVO; MA ALCUNE DECISIONI GIUDIZIALI, COME QUELLA CHE HA ASSOLTO L’AUTISTA DELL’ATAC ASSENTE A CAPODANNO PER MALATTIA MA PRESENTE IN UN LOCALE PUBBLICO COME CANTANTE, NON AIUTANO IL MATURARE DI UN SENSO CIVICO RADICATO E DIFFUSO

Lettera pervenuta il 14 febbraio 2016 – In argomento v. anche la mia intervista a la Stampa del 16 gennaio, Nel settore pubblico occorre responsabilizzare i dirigenti, e a l’Unità del 18 gennaio, Per un settore pubblico al servizio dei cittadini più che di se stesso; inoltre l’articolo su la Stampa del 4 febbraio, La condanna per corruzione non basta per perdere il posto in Regione, con un mio breve commento Continua…

FINALMENTE ANCHE IN ITALIA UNA LEGGE SUL WHISTLEBLOWING

CON L’ABITUALE RITARDO RISPETTO AI PAESI PIÙ EVOLUTI, ANCHE NOI STIAMO PER DOTARCI DI UNA LEGGE MIRATA AD ATTIVARE E PROTEGGERE LA COLLABORAZIONE CIVICA PER FAR EMERGERE EPISODI DI CORRUZIONE E ALTRI REATI O IRREGOLARITÀ AMMINISTRATIVE

Draft della relazione che svolgerò nei giorni prossimi alla Commissione Lavoro del Senato sul disegno di legge  n. 2208, approvato dalla Camera dei Deputati in prima lettura il 21 gennaio 2016 Continua…

LA CONDANNA PER CORRUZIONE NON BASTA PER PERDERE IL POSTO IN REGIONE

“IL DIPENDENTE È STATO UN CORROTTO E UN TRUFFATORE – DICE IL GIUDICE DEL LAVORO – MA DIFFICILMENTE LO SARÀ ANCHE IN FUTURO”: PER QUESTO VIENE REINTEGRATO NEL SUO IMPIEGO PUBBLICO CON TUTTI GLI ONORI E UN BEL PREMIO IN DENARO
Articolo di Giuseppe Selvaggiulo pubblicato su la Stampa il 4 febbraio 2016 – Segue un mio breve commento

Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab