LICENZIAMENTI NELLA P.A.: UN ERRORE CHE PUÒ ANCORA ESSERE EVITATO

NELLO SCHEMA DI DECRETO ATTUATIVO DELLA LEGGE-DELEGA IL GOVERNO INSERISCE UNA NORMA (ECCEDENTE RISPETTO ALLA DELEGA STESSA) CHE CONFERMA LA REINTEGRAZIONE AUTOMATICA PER IL CASO DI LICENZIAMENTO RITENUTO INGIUSTIFICATO, LIMITANDOSI A PORRE UN TETTO AL RISARCIMENTO

Intervista a cura di Claudio Tucci, pubblicata su il Sole 24 Ore del 25 febbraio 2017 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 5 febbraio scorso,  Articolo 18 nel settore pubblico: una condanna per i co.co.co. statali a restare tali; inoltre gli altri interventi e documenti raccolti nel Portale della trasparenza e della valutazione nelle amministrazioni pubbliche, nel capitolo  Il dibattito sull’applicabilità nella P.A. della nuova disciplina generale dei licenziamenti   Continua…

ARTICOLO 18 NEL SETTORE PUBBLICO: UNA CONDANNA PER I CO.CO.CO. A RESTARE TALI

IN UN REGIME NEL QUALE VIGE L’ALTERNATIVA DRASTICA TRA SOSTANZIALE INAMOVIBILITÀ E PRECARIETÀ ASSOLUTA, L’ASSUNZIONE IN RUOLO (COME LA  GESTIONE DEL PERSONALE) È DESTINATA A RESTARE DIFFICILISSIMA

Editoriale telegrafico per la Nwsl n. 423, 5 febbraio 2017 – In argomento, oltre agli articoli il cui link è contenuto nel testo, v. anche gli altri interventi e documenti raccolti nella prima sezione del Portale della trasparenza e della valutazione nelle amministrazioni pubbliche     Continua…

UN REGIME SPECIALE DI TRASPARENZA PER LA PROTEZIONE CIVILE

L’ESENZIONE DA PROCEDURE E CONTROLLI PREVENTIVI ORDINARI NELLE EMERGENZE DEVE ACCOMPAGNARSI A UN REGIME STRAORDINARIO DI FULL DISCLOSURE, CHE CONSENTA UN CONTROLLO MOLTO PENETRANTE SU OGNI CONTRATTO E OGNI PAGAMENTO

Disegno di legge presentato alla Presidenza del Senato il 26 gennaio 2017   Continua…

ABUSI DELLE TUTELE: ALCUNE RISPOSTE A LUIGI OLIVERI

TRA PUBBLICO E PRIVATO LE NORME SONO SOLO MARGINAMENTE DIVERSE: QUELLO CHE CONTA È LA VOLONTÀ DEI DIRIGENTI DI DARE IL BUON ESEMPIO, INNANZITUTTO, MA ANCHE DI MOTIVARE I DIPENDENTI, RESPONSABILIZZARLI A LORO VOLTA SU OBIETTIVI PRECISI, CONTROLLARNE LA PRESTAZIONE E DOVE OCCORRE SANZIONARNE GLI ABUSI

Replica all’articolo con cui Luigi Oliveri (da non confondersi con con l’omonimo Dirigente Coordinatore dell’Area Funzionale Servizi alla Persona e alla Comunità della Provincia di Verona, collaboratore del sito lavoce.info) contesta vivacemente i contenuti della mia intervista pubblicata da la Repubblica l’8 gennaio 2017
Continua…

ASSENZE NEL SETTORE PUBBLICO: IL DISSENSO DI LUIGI OLIVERI

L’AUTORE, CONTESTANDO DURAMENTE LA MIA TESI, SOSTIENE, CON ARGOMENTI ASSAI DISCUTIBILI, LA TESI DELLA NECESSARIA RADICALE DIFFERENZA DELLA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO PUBBLICO RISPETTO A QUELLO PRIVATO

Articolo pubblicato il 9 gennaio 2017 sul sito luigioliveri.blogspot.it, in riferimento alla mia intervista pubblicata da la Repubblica il giorno precedente – Vedi in proposito la risposta mia e di alcuni lettori – L’Autore di questo articolo non deve essere confuso con l’omonimo Dirigente Coordinatore dell’Area Funzionale Servizi alla Persona e alla Comunità della Provincia di Verona, collaboratore del sito lavoce.info   Continua…

L’ITALIA DEGLI IMBOSCATI

SOPRATTUTTO, MA NON SOLTANTO, NEL CENTRO-SUD SI REGISTRA UN EVIDENTE ABUSO FRAUDOLENTO DI PROTEZIONI DISPOSTE PER SITUAZIONI DI VERA MALATTIA O DISABILITÀ GRAVE, MIRATO AL GODIMENTO INDEBITO DI ESENZIONI DAL SERVIZIO, TRASFERIMENTI O PERMESSI RETRIBUITI

Servizio di Marco Ruffolo pubblicato su la Repubblica l’8 gennaio 2017 – In argomento v. anche la mia intervista a cura di Rosaria Amato, pubblicata sulla stessa pagina di quel quotidiano   Continua…

LA REPUBBLICA: GLI ABUSI DELLE TUTELE SONO FAVORITI DAI DIRIGENTI CHE NON VIGILANO

LA DIFFUSIONE DELL’UTILIZZO INDEBITO DEI PERMESSI E DELLE ESENZIONI, NEL SETTORE PUBBLICO, È LA CONSEGUENZA DI UN MANAGEMENT CHE NON SVOLGE LA PROPRIA FUNZIONE DI MOTIVAZIONE DEI DIPENDENTI E DI CONTROLLO SUI LORO COMPORTAMENTI, NON ESERCITA LE PROPRIE PREROGATIVE ORGANIZZATIVE E DISCIPLINARI

Testo integrale dell’intervista a cura di Rosanna Amato, pubblicata con qualche taglio per motivi di spazio (ma con un titolo contenente una forzatura: v. in proposito la mia lettera al Direttore) su La Repubblica dell’8 gennaio 2017, a corredo del servizio di Marco Ruffolo, L’Italia degli imboscati Continua…

LEGGE MADIA: LA CONSULTA SPIEGA PERCHÉ OCCORRE VOTARE SÌ

LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SULLA RIFORMA DELLE AMMINISTRAZIONI MOSTRA COME OGGI, ANCHE SU MATERIE DI PREMINENTE INTERESSE NAZIONALE, IL LEGISLATORE POSSA ESSERE PARALIZZATO DAL VETO ANCHE DI UNA SOLA DELLE VENTI REGIONI

Secondo editoriale telegrafico per la Nwsl n. 416, 26 novembre 2016 – Altri documenti e interventi sul tema della riforma costituzionale che è oggetto del referendum del 4 dicembre sono contenuti nella sezione Riforme istituzionali di questo sito    Continua…

ANCORA SULLA CULTURA DELL’INAMOVIBILITÀ DEL DIPENDENTE PUBBLICO

UN DISEGNO DI LEGGE APPROVATO DALLA CAMERA PREVEDE, PER I RESPONSABILI DI MALTRATTAMENTI O ABUSI AI DANNI DI STUDENTI, BAMBINI PICCOLI, ANZIANI O DISABILI, IN SCUOLE, ASILI O ISTITUTI DI RICOVERO, SOLTANTO “ADEGUATI PERCORSI DI SOSTEGNO E RICOLLOCAMENTO”

Secondo editoriale telegrafico per la Nwls 415, 21 novembre 2016 – In argomento v. anche l’editoriale telegrafico della settimana scorsa su L’irremovibile inamovibilità del professore e gli ulteriori documenti e interventi ivi citati   Continua…

SE L’ATENEO ABDICA ALLA PROPRIA AUTONOMIA IN ATTESA CHE DECIDA UN GIUDICE

L’ARTICOLO 55-TER DEL T.U. DELL’IMPIEGO PUBBLICO IMPONE ALL’UNIVERSITÀ, COME A OGNI ALTRA AMMINISTRAZIONE, IL DOVERE DI ACCERTARE DIRETTAMENTE LA MANCANZA COMMESSA DAL DIPENDENTE NELLO SVOLGIMENTO DELLA SUA MANSIONE E VALUTARNE AUTONOMAMENTE LA GRAVITÀ, SENZA ATTENDERE L’ESITO DEL GIUDIZIO PENALE

Messaggio pervenuto il 14 novembre 2016, in riferimento al mio editoriale telegrafico per la Nwsl n. 414, pubblicato nello stesso giorno    Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab