CHE COSA PENSO DELLA SCELTA DEL NUOVO MINISTRO DEL LAVORO

SE LE CIRCOSTANZE CONSENTIRANNO CHE LE MIE PROPOSTE VENGANO REALIZZATE (E COLLABORERÒ COMUNQUE CON CHIUNQUE PERCHÉ CIÒ ACCADA), QUESTO COSTITUIRÀ PER ME LA MIGLIORE POSSIBILE GRATIFICAZIONE – SE NON LO CONSENTIRANNO, POTRÒ SOLO RALLEGRARMI DI NON ESSERE IO IL RESPONSABILE DI UN DICASTERO PARALIZZATO

Lettera pervenuta il 16 febbraio 2014 – Segue la mia risposta Continua…

SE IL CENTRO PER L’IMPIEGO NON HA LA LISTA DEI DISOCCUPATI

UNA PRESIDE PRENDE SUL SERIO LA NORMA CHE  CONSENTE L’IMPIEGO DEI DISOCCUPATI IN SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ – MA IL CENTRO PER L’IMPIEGO NON NE SA NULLA E NON DISPONE NEPPURE DELLA LISTA

Lettera pervenuta il 15 febbraio 2014 – Segue la mia risposta

Continua…

APPUNTI SUL JOBS ACT DEL NUOVO CENTRO DESTRA

BENE LE PARTI SUI SERVIZI NEL MERCATO DEL LAVORO E GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI, ASTRATTA LA PARTE SULL’ALLINEAMENTO PURO E SEMPLICE DELLA LEGISLAZIONE NAZIONALE A QUELLA EUROPEA, SBAGLIATO IL RIFIUTO DI UN INTERVENTO LEGISLATIVO IN VIA SUSSIDIARIA IN MATERIA DI RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI

Lettera pervenuta il 13 gennaio 2o14 – Segue la mia risposta

Continua…

CHI FA PARTE DELL’“ITALIA CHE SUCCHIA RENDITE GRANDI E PICCOLE”

LE CATEGORIE CHE TRAGGONO UN BENEFICIO INDEBITO DALLA REDISTRIBUZIONE DI RICCHEZZA ATTUATA DALLO STATO

Lettera pervenuta il 26 novembre 2013, a seguito del mio editoriale 27 novembre: non c’è proprio niente da festeggiareSegue la mia risposta

Continua…

LA QUESTIONE DELL’INQUADRAMENTO DEI MILITARI TRASFERITI IN UNA AMMINISTRAZIONE CIVILE

IL VALORE ECONOMICO E PROFESSIONALE DEL LAVORO SVOLTO NON CORRISPONDE SEMPRE AL SUO INQUADRAMENTO NOMINALE – È COMUNQUE MEGLIO CONTINUARE A LAVORARE EFFETTIVAMENTE, CON UN INQUADRAMENTO NOMINALMENTE DIVERSO, CHE CONSERVARE L’INQUADRAMENTO MA DI FATTO NON LAVORARE

Messaggio pervenuto il 18 novembre 2013 da un sottufficiale delle Forze Armate – In argomento v. anche i numerosi altri documenti reperibili attraverso il portale dedicato alla riduzione degli organici nelle forze armate

Continua…

NON È L’ETÀ IL CRITERIO CON CUI SI DEVONO RIDURRE GLI ORGANICI MILITARI

NEL RIDIMENSIONAMENTO DEL PERSONALE DELLE FF.AA. IL CRITERIO DELL’ETÀ NON DEVE COSTITUIRE L’UNICO, PROPRIO PERCHÉ NON DEVE ESSERE IL PREPENSIONAMENTO IL MODO IN CUI SI RISOLVE IL PROBLEMA

Messaggio pervenuto il 14 novembre 2013 da un Ufficiale Tecnico elicotterista dell’esercito italiano, con la mia risposta - In argomento v. anche il portale dedicato alla riduzione degli organici nelle forze armate

Continua…

LE RADICI PSICOLOGICHE DELL’INAMOVIBILITÀ

PUR DI NON CAMBIARE MESTIERE SIAMO DISPOSTI A SACRIFICARE QUINDICI ANNI DELLA NOSTRA VITA LAVORATIVA  – MA NON È AFFATTO VERO CHE UN MILITARE QUALIFICATO NON POSSA VALORIZZARE LA PROPRIA PROFESSIONALITÀ ANCHE NEL SETTORE PRIVATO

Messaggio pervenuto il 14 novembre 2013 – Segue la mia risposta – In argomento v. anche il mio dialogo con un sindacalista della polizia e quello con il vicepresidente del Cocer dell’Aeronautica Militare

Continua…

LE OBIEZIONI DI UN SOTTUFFICIALE

E LA MIA REPLICA: MOLTE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE SAREBBERO BEN FELICI DI COPRIRE LE PROPRIE CARENZE DI ORGANICO CON PERSONALE PROVENIENTE DALLE FORZE ARMATE, ACCOMPAGNATO DAL TRASFERIMENTO DELLE RISORSE NECESSARIE

Lettera aperta al Senatore Ichino, pubblicata www.sergenti.it il 12 novembre 2013, a seguito del  quello stesso giorno – Segue la mia risposta – In argomento v. anche il messaggio pervenuto il 14 novembre 2013

Continua…

“LA MOBILITÀ DEL PERSONALE MILITARE NON È AMMISSIBILE PERCHÉ QUI NON C’È IL SINDACATO”

UN ESPONENTE DELL’ORGANISMO DI RAPPRESENTANZA DEGLI AVIERI SVOLGE OSSERVAZIONI CRITICHE SULLA PROPOSTA DI SC PER LA RIDUZIONE DEGLI ORGANICI – MA TANTE ESPERIENZE  ITALIANE E STRANIERE MOSTRANO COME I MILITARI, DEBITAMENTE INDENNIZZATI E ASSISTITI, BEN POSSANO REINSERIRSI NEL TESSUTO PRODUTTIVO

Lettera del Tenente Colonnello Guido Bottacchiari, Vice-Presidente del Co.Ce.R. Areonautica Militare, 13 novembre 2013, in riferimento alla proposta di Scelta Civica pubblicata il 10 novembre, all’articolo di Giuliano Cazzola, responsabile nazionale di SC per il Welfare, dell’11 novembre e al mio dialogo con un sindacalista dei poliziotti su Radio Radicale, del giorno successivo – Segue una mia breve risposta, in relazione alla quale il mio interlocutore è intervenuto di nuovo con un cospicuo messaggio: lo si può leggere qui di seguito, intercalato con le mie risposte (evidenziate dal paragrafo rientrato, il carattere corsivo e il colore azzurro) Continua…

SCELTA CIVICA PUÒ ANCORA CONTRIBUIRE ALLA STRATEGIA EUROPEA DELL’ITALIA?

DUE LETTERE RAPPRESENTATIVE DELLE MOLTE, DI VARIO SEGNO, CHE MI SONO GIUNTE IN QUESTI GIORNI, A SEGUITO DEGLI ULTIMI SVILUPPI DELLA CRISI DI SC E DELLA MANIFESTAZIONE DA PARTE MIA DELL’INTENZIONE DI NON RICANDIDARMI AL PARLAMENTO, QUANDO LA LEGISLATURA IN CORSO GIUNGERÀ AL SUO TERMINE

Sono riportati qui due dei numerosi messaggi pervenuti, rispettivamente, il 4 e il 7 novembre 2013, a seguito della mia risposta a un lettore, della settimana precedente, nella quale motivavo la mia intenzione di non ricandidarmi al termine di questa legislatura - Segue la mia risposta a entrambi questi nuovi messaggi, che intende anche rispondere a tutti gli altri di contenuto analogo pervenutimi in questi giorni Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab