IL SOVRANISMO E IL DEFICIT DI BILANCIO

L’eventuale pretesa dell’Italia di decidere “sovranamente” la propria politica di bilancio al di fuori dell’ordinamento europeo sarebbe seguita pressoché immediatamente dalla bancarotta

.
Editoriale telegrafico pubblicato il 16 ottobre 2022 sui quotidiani
Gazzetta di Parma, l’Adige e Alto AdigeIn argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 13 maggio 1919, Non c’è vera sovranità se non europea   Continua…

IL PD E I POVERI

Ciò che occorre fare veramente nel campo dell’istruzione e della formazione professionale per consentire ai diseredati di uscire dalla loro condizione viene per lo più bollato da sinistra (ma è davvero sinistra?) come “di destra” e dunque rifiutato – Il problema del Pd è tutto qui

.
Articolo pubblicato l’8 ottobre 2022 sul quotidiano
il Foglio – In argomento v. anche Un partito e due anime che non si parlano
Continua…

IL BIVIO DEL VOTO SULLE SANZIONI ALL’UNGHERIA

Se, a causa di un (per ora solo ipotetico) voto contrario dell’Italia, il Consiglio UE non riuscisse ad adottare la sanzione proposta dal Parlamento di Strasburgo contro l’Ungheria, si aprirebbe una crisi grave e paralizzante in seno alla UE: esattamente quello che Putin desidera

.
Fondo publicato sui quotidiani
l’Adige e Alto adige il 2 ottobre 2022 – In argomento v. anche il mio editoriale del 7 agosto 2022, Che cosa è in gioco il 25 aprile Continua…

LE CINQUE VARIABILI DELLA GUERRA DI PUTIN

Ora è il tempo del generale inverno, che metterà la sordina a cannoni e missili, ma potrebbe decidere le sorti del braccio di ferro tra Putin e l’Occidente agendo all’interno dei Paesi interessati

.
Fondo pubblicato il 2 ottobre 2022 sulla Gazzetta di Parma – In argomento v. anche La questione scottante di cui non si discute Continua…

LA QUESTIONE SCOTTANTE DI CUI NON SI DISCUTE

Fino a che punto siamo disposti a fare sacrifici per opporci all’aggressione russa contro l’Ucraina? Su questa scelta si è aperta una faglia che divide i sostenitori di ciascuno degli schieramenti politici maggiori

.

Fondo pubblicato domenica 18 settembre 2022 sulla Gazzetta di Parma – In argomento v. anche quello del 7 agosto precedente, Che cosa è in gioco il 25 settembre Continua…

IL JOBS ACT SPIEGATO A ENRICO LETTA

In materia di lavoro il vertice del Pd sta manifestando la stessa sindrome del “pentimento per le cose buone fatte” che colpì il Centro-Sinistra di Romano Prodi dopo l’esperienza di governo del 1996-2001

.
Articolo pubblicato sul quotidiano
Il Foglio il 6 settembre 2022, a seguito dell’uscita sul Manifesto di una intervista al segretario del Pd Enrico Letta – In argomento v. anche Un partito e due anime che non si parlano 
Continua…

LAVORO: UNA DOMANDA AL M5S SUL PROGRAMMA

Come possono i Cinquestelle riproporre la riduzione dell’orario a parità di retribuzione, già promessa nel 2018, dopo che per una intera legislatura, pur avendo il ministero competente, non ne hanno fatto nulla?

.
Fondo pubblicato il 4 settembre 2022 sulla Gazzetta di Parma – In argomento v. anche
La politica del lavoro del M5S: lavorare meno a parità di retribuzione
Continua…

LA MISURA PIÙ OVVIA, CHE NESSUN PARTITO PROPONE

Gran parte delle promesse elettorali, anche delle più generose, potrebbe essere considerata realizzabile, e non utopistica, se accompagnata dal solo provvedimento capace di ridurre drasticamente l’evasione: la messa al bando del contante

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 21 agosto 2022 – In argomento v. anche il mio editoriale telegrafico del 19 ottobre 2020 A proposito di lotta all’evasione e moneta digitale
Continua…

CHE COSA È IN GIOCO IL 25 SETTEMBRE

Al di là degli schieramenti apparenti, la scelta che dovremo compiere è essenzialmente questa: tra l’accelerazione del processo di integrazione della UE e il “fronte sovranista”; tra la resistenza all’invasione dell’Ucraina e la neutralità fra aggressore e aggredito

.
Fondo pubblicato il 7 agosto 2022 sulla Gazzetta di Parma – Sullo stesso tema v. tutti gli scritti raccolti nel portale Il nuovo spartiacque fondamentale della politica mondiale
Continua…

LA LIBERTÀ DELL’INFORMAZIONE E IL DIRITTO AL SEGRETO

Nessun principio costituzionale, nemmeno quello della libertà di informazione, costituisce un valore assoluto: ognuno di essi deve sempre essere contemperato con gli altri, attraverso un bilanciamento non sempre facile

.
Fondo pubblicato sulla
Gazzetta di Parma il 24 luglio 2022 – In argomento v. anche il mio disegno di legge per la trasparenza totale nelle amministrazioni n. 245/2013 
Continua…

WP Theme restyle by Id-Lab